Il consumo del lusso ormai è su internet e sui social media

lusso-cinesi
Il consumo di beni di lusso nel mondo virtuale nel 2015 ha superato quello nel mondo reale, con vendite on line cresciute 5 volte più di quelle offline
Print Friendly, PDF & Email

Il consumo di beni di lusso nel mondo virtuale nel 2015 ha superato quello nel mondo reale, con vendite online cresciute ad un tasso 5 volte superiore rispetto a quelle registrate offline. A metterlo in evidenza è il magazine World and Pleasure in occasione del lancio della sua nuova edizione digitale “Wap-Mag.com“. In Italia, infatti, secondo quanto osserva Wap-Mag.com, il lusso digitale vale oggi 10 miliardi di euro. E, seppure al momento i servizi abbiano ancora un peso dominante, un numero sempre maggiore di beni fisici entra nel carrello digitale della spesa dei consumatori italiani di beni di fascia alta. E’ questa la tendenza che contraddistingue l’e-commerce del lusso. Un trend dove i prodotti toccano quest’anno quota 4 milioni di euro, in crescita del 30% rispetto all’anno precedente, all’inseguimento dei servizi, a quota 6 milioni di euro, con una crescita del 6%. Ma il dato forse più interessante è che l’incremento delle vendite online non ostacolano quelle offline, anzi le aiutano a crescere. Per le aziende, inoltre, risulta più conveniente investire nel web, perché anche per i beni e servizi di alta gamma la maggior parte degli utenti considera Internet una delle fonti più autorevoli per scegliere cosa comprare.