Ikigai, la radice del Mindset Funzionale / VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

Circa l’80% delle persone non si prefigge nulla, non ha ne scopi chiari e ne obiettivi.Questo atteggiamento è contro la nostra vera natura ed è la causa principale del nostro malessere costante. Dare un senso alla nostra esistenza è un’esigenza naturale e dovrebbe essere una nostra priorità, da mettere avanti ad ogni cosa. Far scorrere la vita senza esercitare una vera e propria attività creativa, progettuale, di controllo e di consapevolezza è contro la nostra natura e causa di stress emotivo costante. Ogni persona ha bisogno di una vita piena e significativa, tutti hanno naturalmente un forte desiderio guida per dare un senso alla loro esistenza terrena. Questo è basato sulla motivazione intrinseca, che si sviluppa in pieno durante l’adolescenza. La mancanza di significato nella vita o il mancato raggiungimento dell’obiettivo porta a sentimenti di vacuità e ansia che interferiscono con i sentimenti del benessere soggettivo, la felicità. Ambizione e scopo sono essenziali per raggiungere un buon equilibrio psico fisico. L’ obiettivo è di andare oltre i discorsi teorici, calandosi nella pratica quotidiana, partendo da un concetto a cui fare riferimento di sera, prima di andare a dormire, e al risveglio … il mio Ikigai!

Ikigai è il termine che indica l’origine del valore della vita, ciò che la rende degna di essere vissuta. Ikigai è un concetto giapponese, composto da due caratteri,’iki’, che vuol dire ‘vita’ e ‘kai’, un flusso che in italiano piò essere tradotto come ‘la realizzazione di un qualcosa che si aspetta o spera’ in parole povere, qualcosa per cui vale la pena vivere. Nella cultura di Okinawa, isola giapponese dove è nato il Karate, al termine ikigai viene attribuito un significato concreto, tangibile “la ragione per cui ti svegli al mattino”.

Ognuno di noi ha un ikigai, per trovarlo o costruirlo è necessaria una approfondita e consapevole ricerca su se stessi.

Sono quattro gli aspetti che regolano il nostro essere al mondo:

  • Ciò che amiamo fare
  • Cio che abbiamo la capacità di fare
  • Ciò per cui siamo pagati

Ciò di cui ha bisogno la società in cui viviamo.

Gli atteggiamenti, i comportamenti legati al concetto e al significato di Ikigai, dipendono dai nostri reali desideri e da ciò che potrebbe rendere migliore la nostra vita.

Il Mindset Funzionale riguarda le condizioni mentali che portano le persone a vivere la loro esistenza nel modo migliore, condizioni che non devono assolutamente dipendere né dallo stato materiale né da quello economico. Fare un elenco di ciò che realmente desideriamo nel nostro profondo, nel nostro inconscio, rappresenta un buon inizio per definire il Mindset Funzionale,  l’atteggiamento mentale che dobbiamo cotruire e tenere per ottenere la realizzazione di ciò che vogliamo per il nostro benessere.

I concetti principali sui quali si basa sono:

rodia

 

Passione: quando amiamo fare qualcosa in modo particolare e possediamo anche una certa abilità nel farla.

Professione: quando siamo in grado, perché bravi, di essere pagati per qualcosa che sappiamo fare.

Missione: quando ciò che amiamo fare incontra i bisogni degli altri, allora abbiamo una missione.

Vocazione: quando con le nostre azioni veniamo pagati e in più offriamo un servizio utile agli altri.

Avere un Ikigai chiaro e consapevole fornisce alle persone la capacità di interiorizzare meglio eventi psicologici e stressanti del passato, presente e futuro con meno conflitti e confusioni. Il tutto produce una diminuzione dell’ansia e una diminuzione dell’attività del sistema del sistema nervoso simpatico durante gli eventi che causano lo stress psicologico e fisico. Addirittura influenza la funzione immunitaria e diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari e di mortalità in generale. Inoltre, le persone con un ikigai chiaro e consapevole hanno caratteristiche ben precise con la capacità di gestire la gratificazione esterna ed interna,  di apprezzare un altro punto di vista, di fidarsi di un potere superiore, di accettare limiti personali o di concedere le benedizioni personali.

Un buon inizio per creare e costruire il Mindest Funzionale adeguato, la motivazione e il livello di forza, è:

  1. Conoscere il punto zero attraverso la meditazione. Imparare a calmare la mente, controllare i pensieri rappresenta un buon inizio;
  2. Fare un lavoro certosino di introspezione su se stessi per capire ciò che realmente desideriamo, ciò che ci fa stare bene;
  3. Fare una mappa concettuale;
  4. Procedere a piccoli passi;
  5. Fare amicizia con il proprio inconscio e creare credenze e abitudini funzionali agli scopi, sostituendo le disfunzionali;

Vi aspetto al prossimo corso per sperimentare insieme i concetti guida.