Mastroberardino al New York Wine Experience

Piero Mastroberardino
Print Friendly, PDF & Email

Mastroberardino protagonista a

. Come ogni anno, in autunno, la rivista americana Wine Spectator presenta ai propri appassionati lettori la più esclusiva e prestigiosa selezione dei grandi vini del mondo.

Tre giorni di celebrazione del gusto nella splendida cornice del Marriott Marquis Hotel, nel cuore di Times Square, con la presenza al tavolo dei produttori più titolati di ogni regione viticola del globo. Le aziende selezionate hanno avuto tutte brillanti recensioni per i loro vini da Wine Spectator, con punteggi superiori a 90/100. Sono in tutto 270 vini, dall’Italia ne sono stati scelti solo 50. Mastroberardino è l’unico rappresentante della regione Campania, prendendo parte all’evento sin dalle sue prime edizioni, negli anni Ottanta. Dall’intero Sud Italia sono soltanto quattro le cantine selezionate. Oltre Mastroberardino, due cantine siciliane e una dalla Basilicata.

Il vino selezionato per questa kermesse è Radici Taurasi DOCG Riserva 2011. Radici, prodotto per la prima volta nel 1986, è il risultato di una ricerca lunga ed accurata, riguardante esposizione, composizione chimico-fisica e giacitura dei terreni. Il Radici Taurasi Riserva è il risultato degli studi e delle sperimentazioni sulla coltivazione del vitigno Aglianico condotti nei decenni da Antonio Mastroberardino. Una costante tensione verso l’esplorazione delle potenzialità del vitigno e del suo terroir, incentrata sull’aumento della densità di impianto, su una oculata gestione del processo di maturazione e di tutti i parametri biologici, sulla ricerca delle condizioni ideali di equilibrio delle uve all’atto della raccolta.

Nella tenuta di Montemarano, sito storico per il Taurasi, sono selezionate le uve per la produzione di questo vino. A circa 650 metri di altitudine, la vicinanza dei monti Picentini e il clima continentale creano le condizioni per una viticoltura pedemontana di grande pregio. Radici oggi è più che un progetto viticolo di successo mondiale per la famiglia Mastroberardino: è il pioniere di una nuova era della denominazione Taurasi e insieme uno dei più prestigiosi ambasciatori del vino Made in Italy nel mondo.