L’annuncio: da Bei 600 mln a Fca, 300 in Irpinia

0
572
Assessore Lepore
Al centro l'assessore Lepore

Sviluppo, l’annuncio quasi in conclusione di serata ed a farlo è stato l’assessore alle Attività Produttive della Regione Campania. “Bei, la Banca europea degli investimenti, finanzierà Fca con 600 milioni: 300 andranno all’Irpinia”. Ed ancora: “Un’impresa nazionale è pronta ad importanti investimenti in Campania, mentre investitori americani e svizzeri sono intenzionati a farlo quanto prima”. L’intervento del professore Amedeo Lepore ha concluso la prima delle tre giornate su Sud, Campania, aree interne, Irpinia. Ragionamento a più voci sullo sviluppo possibile del Mezzogiorno, con un’interessante tavola rotonda organizzata dal Circolo Foa del Pd di Avellino che ha visto protagonisti i vari livelli istituzionali e non, riunendo parlamentari, Regione, Provincia, Confindustria, sindacati e Cna. Molto atteso, tra gli altri, proprio l’intervento dell’assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, il professore Amedeo Lepore, impegnato in questi giorni in un confronto serrato con il Governo nazionale sulle politiche di sviluppo per il Meridione. “La nostra priorità come Regione – dice – è invertire la congiuntura sfavorevole con una giusta politica di investimenti affinché sviluppo e occupazione non siano soltanto delle declamazioni. Dobbiamo sfruttare questa grande occasione, ovvero l’attenzione del Governo verso il Mezzogiorno. Si è creato un rapporto positivo con le Regioni meridionali e con la Campania, pronto a dar vita ad accordi di programma per far sì che il masterplan sia uno strumento di politica industriale serio per il Sud”. Lepore sembra avere le idee molto chiare. “La Campania ha tante eccellenze produttive da valorizzare. Farò un viaggio tra le imprese per mettere in risalto chi, nonostante il periodo di crisi, ce l’ha fatta, in modo da dare un segnale di speranza per il futuro ma anche un biglietto da visita per altri investitori”.

Ci sono, all’orizzonte, importanti interventi annunciati dall’esecutivo Renzi. “La defiscalizzazione è sicuramente un ottimo intervento e noi, in Campania, cercheremo di implementarlo. C’è la necessità di invogliare gli investimenti produttivi con un sistema automatico di incentivazione propedeutico anche ad utilizzare le aree dismesse, i capannoni e le aree industriali abbandonati. Serve un clima positivo, il cambiamento parte da qui, dalla Campania, come Regione ci stiamo impegnando. Speriamo che anche le forze produttive campane diano la spinta decisiva”. “La semplificazione burocratica – prosegue Lepore – consentirà alle imprese di operare in maniera più libera senza il peso eccessivo di improprie intermediazioni”.

Sul tavolo ci sono anche tante vertenze. “In Campania – sottolinea l’assessore – ce ne sono un centinaio. Di concerto con l’assessore al Lavoro, Sonia Palmeri, ce ne stiamo occupando innanzitutto per garantire ai lavoratori gli ammortizzatori sociali. Puntiamo, poi, al recupero e al risanamento delle imprese che sono in condizioni di difficoltà.  Siamo impegnati quotidianamente in questo sforzo di dare un presente ed un futuro ai lavoratori”.

L’impegno, abbastanza “sottotraccia”, della nuova giunta regionale della Campania, viene, in un certo senso, “premiato” da Confindustria. “De Luca parla poco, quindi significa che sta lavorando. Ha già manifestato alcuni aspetti che ci sembrano interessanti, siamo moderatamente ottimisti”, sottolinea il vicepresidente Luigi Iaverone.

Nei prossimi articoli daremo spazio anche a tutti gli altri interventi della Festa dell’Unità del Circolo Foa di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email