Smart Farm, dalla Puglia il progetto di “Agricoltura intelligente”

0
338

Arriva la Smart farm, il futuro dell’agricoltura. Sempre più attivo il centro servizi del Distretto agroalimentare del Tavoliere. Alla Fiera del Levante di Bari, il Centro Servizi, che è gestito dal Cnr e dal Comune di Foggia, ha inaugurato la sua attività con il primo progetto internazionale di costruzione e valorizzazione delle “Smart Farm in Puglia”, cioè le aziende agroalimentari intelligenti. “Non una vetrina che guarda solo al territorio – ha detto il sindaco di Foggia, Franco Landella – ma un’opportunità che permette alla città di Foggia di affacciarsi sul territorio internazionale e di fare sistema”.

“Noi vogliamo che questo centro – ha dichiarato il presidente del Cnr, Luigi Nicolais – sia un punto di riferimento per le nostre imprese che devono imparare a innovare. Dobbiamo cambiare – ha continuato Nicolais – il modo di fare impresa, perché oggi l’Italia e il Sud, hanno bisogno di reindustrializzazione”. Per Nicolais è necessario che si investa in innovazione per essere competitivi.

“Sono convinto – ha concluso – che questo centro avrà successo, così come sono convinto che il rapporto con l’Università possa essere più fluido”.

Il progetto Smart Farm in Puglia, prevede anche una missione incoming dal 14 al 18 settembre di una delegazione canadese, che vede a capo Alberto De Luca, direttore R&D e Governments Incentives di Deloitte.

“Canada e Italia – ha detto De Luca – sono tra i leader mondiali del settore agroalimentare, sia per fatturato di filiera sia per numero di occupati sia per livello di ricerca di base e applicata”.

Print Friendly, PDF & Email