Energia, ecco il piano di Confindustria

0
292

Energia, si cambia. Creare un sistema di pari diritti e doveri di tutte le energie rinnovabili e tradizionali;  correggere le lunghe e complesse liturgie della borsa elettrica per arrivare a un sistema di contrattazioni e di gestione della produzione e della immissione in rete in tempo reale; ridefinire un sistema incentivante di premi e penalizzazioni capace di spingere tutti verso investimenti premianti per gli operatori e dunque per l’efficienza complessiva del mercato. Sul Sole 24 Ore le linee guida della proposta targata Confindustria che si propone di abbattere le rendite di posizione di chi è troppo sussidiato, la zona franca di chi immette energia in rete senza farsi carico dei problemi relativi e le sacche di ricchezza create negli anni da sussidi mal distribuiti e finanziati con continui rincari delle bollette. Nella proposta c’è anche una stima minima di risparmio sui costi finali dell’energia elettrica per almeno 600 milioni l’anno a vantaggio dei consumatori già nella fase iniziale, a cui dovrebbero aggiungersi almeno altri 300 milioni di risparmio nel medio lungo termine. Brevi i tempi immaginati, la prima carburazione entro un paio di anni, i veri risultati nel 2020.

Print Friendly, PDF & Email