Del Prete: impresa, donne modello straordinario

0
306

Storie di donne e impresa, racconti che affondano le radici in un passato ancora poco conosciuto. “Women in business”, la tre giorni di incontri e dibattito in programma dal 5 al 7 ottobre prossimo a Benevento, è una sfida che arriva da lontano. La docente dell’Università del Sannio Rossella Del Prete, responsabile scientifica e organizzativa della conferenza internazionale, lavora infatti da anni sul filone dell’imprenditoria femminile. “Nel Sud ci sono storie straordinarie, troppo spesso sottovalutate. Dalle nostre parti c’è ancora tanta resistenza ad uscire allo scoperto, a raccontarsi. Anche per questo abbiamo deciso di organizzare un evento internazionale nella nostra città”.

Ex presidente della locale Fidapa, Del Prete è impegnata da anni sul territorio con una ricerca di campo che, partita dal Sannio, si è allargata a tutto il Mezzogiorno. Solo in Umbria e in Piemonte sono stati avviati percorsi di ricerca e analisi simili. “La tre giorni organizzata a Benevento è una straordinaria occasione di confronto tra diverse realtà, un modo per mettere in contatto mondi ed esperienze solo apparentemente lontani”, precisa. Da storica, Del Prete ha sempre guardato con particolare attenzione al passato, scovando storie imprenditoriali anche nel ‘700. “A Napoli, nell’800, c’erano già esperienze significative nel campo alberghiero e della moda, ma anche nella produzione di strumenti musicali”, racconta.

Lo spunto per organizzare la tre-giorni nel Sannio è arrivato durante la recente settimana internazionale di Anversa, dove la docente universitaria ha avuto l’opportunità di tirare le fila di rapporti di collaborazione di prestigio, come con il Politecnico delle Marche o l’Università de L’Avana a Cuba, presenti anche a Benevento dove si ritroveranno imprenditrici, storici, accademici, sociologi e psicologi. Donne e vino, impresa culturale e turistica sono alcune delle tematiche al centro delle sessioni che vedranno la partecipazione di oltre 70 relatori e relatrici che porteranno la propria testimonianza di ricerca.

“Vogliamo esaminare l’imprenditorialità al femminile in Italia, in Europa e nel mondo”, aggiunge. Tante le testimonianze in scaletta, si va dall’imprendirice Pina Amarelli di Confindustria, fino a Stefania Mandurino dell’agenzia regionale del Turismo per la Puglia, Lella Golfo, presidente della fondazione “Belisario” ed Elena David, presidente di Confindustria Aica. Il dibattito sarà arricchito da esponenti delle Università Bocconi di Milano, di Torino, del Molise e di Rimini, ma anche di diversi atenei europei. Sarà l’occasione per far emergere storie imprenditoriali di successo, recenti e storiche. E’ il caso, ad esempio, della napoletana Maria Laura Cafiero, prima donna meridionale insignita del titolo di cavaliere del lavoro.

Ma anche una provincia piccola come il Sannio ha la storia da raccontare. “La prima esperienza di Fidapa risale al 1947, a Pontelandolfo, un paese della provincia piccolo come una noce dove c’era una ragazza di soli 23 anni, capace di partire da zero con una straordinaria attività imprenditoriale”, racconta Del Prete. Elda Rubbo, alla quale è stato intitolato il premio per l’artigianato e l’imprenditoria femminile.

La conferenza internazionale gode del patrocinio e della collaborazione della Prefettura di Benevento, della Camera di Commercio e Confindustria Benevento, dell’istituto alberghiero “Le Streghe” di Benevento, dell’Associazione Studi Storici sull’Impresa (ASSI), della Società Italiane delle Storiche (SIS), dell’Osservatorio interdipartimentale per gli studi di genere e le pari opportunità di Salerno (OGEPO), della Fondazione “Belisario”, dell’Associazione Italiana Donne Dirigenti d’Azienda (AIDDA), dell’Associazione Italiana Donne Inventrici ed Innovatrici ITWIIN, di Confapi Industria Campania, dell’Istituto di Cultura Italiana “Luigi Barindelli” del Brasile, della BtoB Expo Project – Milano 2015 e di Expo 2015.

Print Friendly, PDF & Email