Confindustria Giovani: “Rimettere insieme Sud e Nord”

0
357
Nunzia Petrosino

“Abbiamo un patrimonio immenso. Che dobbiamo usare al meglio. È il patrimonio Italia”. Il convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria di Capri compie 30 anni. Una tappa importante che il Comitato Mezzogiorno dei Giovani Imprenditori festeggia nel migliore dei modi, con una due giorni di tutto rispetto ed un parterre di ospiti qualificato. L’appuntamento è per i prossimi 16 e 17 ottobre. Anche il titolo del Convegno Capri è stimolante: “Patrimonio Italia. Cambiamo punto di vista”. Nella presentazione della due giorni, si comprende meglio il motivo del titolo. Scrive il presidente Marco Gay: “È troppo tardi? No, è solo Mezzogiorno. È l’ora di rimettere insieme il Sud e il Nord, per essere davvero una Nazione. È l’ora di riunire in una storia comune la Lombardia che cresce più della Germania e la Calabria che cresce meno della Grecia. Perché il Mezzogiorno non è solo la metà del Paese: è la sua metafora. I problemi che vive sono i problemi dell’Italia, solamente amplificati. E risolvere questi problemi significa risolvere i problemi dell’Italia”. Ed ancora: “Un territorio con la più alta concentrazione al mondo di siti Unesco, le start up che stanno nascendo fra Napoli e Bari, le eccellenze produttive della meccanica e l’orgoglio degli imprenditori, la generosità nell’accogliere i migranti che arrivano dal mare. Abbiamo un patrimonio immenso. Che dobbiamo usare al meglio. È il patrimonio Italia. Sono le persone, la natura, la storia, il sogno dell’Italia. Il talento e la creatività”. La due giorni di Capri prende il via venerdì 16 ottobre alle 14.50, con l’apertura dei lavori a cura di Nunzia Petrosino, presidente dei Giovani Imprenditori Confindustria Campania. Saranno presenti, oltre a Gay, anche Domenico Arcuri (Invitalia), Renato Natale (sindaco di Casal di Principe), Tano Grasso (presidente onorario Federazione antiracket italiana). La giornata si concluderà con le interviste a Nunzio Galantino, segretario generale Cei, e ad Angelino Alfrano, ministro dell’Interno. Sabato i lavori conclusivi della due giorni sono affidarti a Pier Carlo Padoan, ministro dell’Economia e delle Finanze, a Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria e a Marco Gay, presidente Giovani Imprenditori Confindustria. Nel pomeriggio, al via la startup competition.

Print Friendly, PDF & Email