Mattarella: urgente colmare gap Sud

0
327
Lettera del Capo dello Stato Mattarella a Gay, presidente Giovani Imprenditori

Al via il 30° convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria a Capri. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio di saluto al presidente Marco Gay. “Il tema prescelto”, scrive il presidente, “è lodevole e dimostra come i giovani Imprenditori sappiano porre al centro della loro riflessione l’assunzione di responsabilità da parte di tutti gli attori, istituzioni, imprese e cittadini per la difesa di un interesse generale del Paese”. La più alta carica dello Stato prosegue scrivendo: “Il Mezzogiorno è patrimonio di tutti, con le sue risorse e i suoi valori”, sottolinea Mattarella, accennando alle bellezze artistiche e ambientali ma anche ai “suoi giovani e la loro voglia di riscattarsi e di affermare il valore della legalità”, e ad un Sud “terra di accoglienza e straordinaria umanità. con il soccorso ai migranti in fuga». «Un patrimonio che non va disperso, anzi va moltiplicato”, avverte il presidente della Repubblica. Bisogna fare “leva su tutte le risorse disponibili” e “in modo coeso”. È “alle istituzioni in primo luogo”, indica Mattarella, che “spetta la responsabilità di assicurare la legalità sul territorio ed il rispetto delle regole di convivenza civile”, ed “alle istituzioni in sinergia con il sistema imprenditoriale e produttivo del Paese spetta il compito di trovare gli strumenti concreti per un progetto ambizioso di crescita”. Mentre «alla società civile, alle donne e agli uomini del Sud anzitutto tocca una presa di coscienza forte e coraggiosa per isolare, sradicare quella porzione minore, corrotta e violenta, del tessuto sociale e per dare vita ad una nuova feconda stagione del Mezzogiorno”. Per Sergio Mattarella “è una sfida che richiede lungimiranza, passione e fiducia; determinazione nel perseguire un obiettivo comune che includa una parte d’Italia essenziale per il progresso economico e sociale”. Marco Gay, dal canto suo, afferma: “Facendo tesoro degli anni difficili del passato, abbiamo le condizioni per poter tornare a crescere davvero. Quasi un punto di Pil quest’anno e più di un punto il prossimo anno. E vogliamo raddoppiarli”. Così il presidente dei Giovani imprenditori nella relazione di apertura del 30mo convegno di Capri, sottolineando che “abbiamo un patrimonio immenso, che dobbiamo usare al meglio. È il patrimonio Italia”. “All’Italia, ora più che mai, serve una visione da statista, non da politico”, avverte il leader degli imprenditori under 40 di Confindustria, dal tradizionale convegno di Capri. Lo sottolinea dopo aver indicato che “decidere quali imposte abbassare è solo una scelta politica”, e che la priorità sarebbe dovuta essere quella di alleggerire il peso fiscale su imprese e lavoro. “Non possiamo continuare a tassare e demoralizzare chi investe, chi produce, chi lavora, chi fa impresa, chi manda avanti il Paese”.

Print Friendly, PDF & Email