Startup: Napoli studia la Silicon Valley

0
360
Startup: Napoli studia la Silicon Valley

Al via la seconda edizione del progetto “Italian Scouts in Silicon Valley”, promosso dal Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con l’Unione degli Industriali di Napoli e DEMIDipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico IIIl progetto ricalca l’esperienza fatta lo scorso anno da tre scout di Napoli, che hanno visitato la Silicon Valley, dal 1° novembre al 10 dicembre 2014, in rappresentanza di 22 startup. L’obiettivo, quest’anno, è coinvolgere 5 startup napoletane per creare sinergie tra l’imprenditorialità made in Naples e quella californiana, favorendo il contatto tra istituzioni di ricerca, imprese del mezzogiorno d’Italia e l’ecosistema dell’innovazione della Silicon Valley. Si vuole quindi promuovere un trait d’union che contribuisca ad aumentare la competitività del sistema meridionale, grazie all’acquisizione di informazioni e skills collegate ai processi di internazionalizzazione della ricerca e del business in quell’area. Il coordinamento scientifico del progetto, supportato dal Consolato Generale d’Italia a San Francisco, è a cura di Roberto Vona, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese dell’Ateneo federiciano e di Susanna Moccia, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali di Napoli. “Il progetto– dice Susanna Moccia – offre la possibilità di mettere in evidenza la validità dei nostri startupper e la loro capacità di interessare un pubblico internazionale, fortemente specializzato. L’obiettivo è di avviare anche sul nostro territorio percorsi di crescita e sostegno a favore delle nuove imprese, capaci di fare della provincia napoletana un luogo attrattivo per investimenti e cervelli.” “Si tratta di un’iniziativa unica – spiega Roberto Vona – non solo perchè vede coinvolto un partenariato istituzionale d’eccellenza, ma anche perchè sposa l’esigenza di fare cultura tra le nuove generazioni e allo stesso tempo valorizzare il capitale di imprese innovative che operano sul territorio. Sono proprio questi i caratteri distintivi della missione”. Pronti a partire, per l’edizione 2015 di “Italian Scouts in Silicon Valley”, due scout under 30, laureati in materie economiche presso l’Università di Napoli Federico II e già attivi sul fronte delle startup innovative. Si tratta di Gianluca Marino, in qualità di senior, e Lidia Billi, come junior. Con loro, in veste di supervisore, Nadia Di Paola, team leader e file rouge con l’edizione precedente della missione. La spedizione in terra californiana avrà una durata di due mesi, durante i quali i tre giovani potranno incontrare imprese, venture capitalist, stakeholder a cui presentare le proprie idee innovative e attivare proficui scambi di progetti. I ragazzi intervisteranno anche le start-up italiane presenti in Silicon Valley, per cercare di capire ostacoli e fattori di successo della loro attivitá. Gli scout saranno ambasciatori di cinque start-up e scale-up meridionali attive in settori hi-tech e biotech, selezionate tra le aderenti al progetto Start N’Up dell’Unione Industriali di Napoli e che saranno messe in relazione con potenziali partner, investitori, acceleratori e incubatori. La missione servirà anche a sviluppare e rinsaldare i collegamenti scientifici e di ricerca tra il DEMI e alcune delle più importanti università californiane.

Print Friendly, PDF & Email