Avellino, si va verso l’azzeramento della giunta ter

0
360
Paolo Foti
Paolo Foti

Avellino, si va verso l’azzeramento della giunta Foti. Per il sindaco del Comune capoluogo d’Irpinia si tratta, ormai, del quarto rimpasto in meno di tre anni. La giunta ter di Foti non ha soddisfatto tutte le anime del Pd. In sostanza, l’esecutivo varato in estate rispecchiava soltanto l’area che fa capo all’ex senatore Enzo De Luca e al segretario provinciale del Partito Democratico, Carmine De Blasio. Tutto ciò ha provocato tensioni fortissime tra i consiglieri democract e non solo, fino al rischio dimissioni del sindaco. Per questo motivo, stamane la segretaria regionale del Pd, Assunta Tartaglione, ha affrontato il caso-Avellino a Napoli. Per le questioni interne al Comune, all’onorevole Valentina Paris, responsabile nazionale degli Enti Locali del Pd, è stato affidato il delicato compito di “commissaria”. A lei adesso toccherà di mettere d’accordo le varie anime presenti nel Pd cittadino. Si dovrà arrivare ad una giunta che terrà nel debito conto tutte le “correnti”. Una sonora “sconfitta” politica soprattutto per l’ex senatore De Luca che sulla città capoluogo aveva fondato il suo “potere” politico in questi ultimi mesi. Per lui, un passo indietro. I ben informati dicono che, alla fine, si troverà la quadra del cerchio, perché affrontare il percorso delle dimissioni del sindaco e di eventuali nuove elezioni, non è al momento nelle corde del Pd irpino, che risulta lacerato anche a livello di segreteria provinciale, dove si potrebbe arrivare, nel giro di pochi giorni, alle dimissioni del segretario De Blasio.

Print Friendly, PDF & Email