Così Bper custodisce il Parmigiano Reggiano

0
890
Il Ministro Maurizio Martina

Bper in prima linea nella custodia e nella stagionatura del Parmigiano Reggiano, con Modena Terminal. La struttura si trova a Campogalliano ed è stata visitata dal ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina. Modena Terminal è la società di Bper Banca specializzata nella custodia e movimentazione di merci nazionali ed estere, al cui interno opera il Magazzino Formaggi, adibito alla stagionatura del Parmigiano Reggiano. Si tratta di un’attività peculiare e storica di Bper Banca, che da molti decenni è funzionale alla garanzia reale sui finanziamenti concessi ai produttori di un formaggio tipico di altissima qualità, da sempre tra le eccellenze agroalimentari del territorio.  Il sisma del 2012 ha causato ingenti danni all’immobile e agli impianti di Modena Terminal, per cui si è resa necessaria una profonda ristrutturazione, terminata alcuni mesi fa. Attualmente il Magazzino Formaggi, tornato alla piena efficienza, ha in deposito 120.000 forme, il massimo della sua capacità. “Mi congratulo con voi – ha detto il Ministro durante la visita – per il grande lavoro di ristrutturazione svolto a seguito del terremoto e vi ringrazio per questo invito. Serve anche a noi constatare che i protagonisti del mondo finanziario producono sforzi a favore dell’economia reale. E poter verificare questo davanti a migliaia di forme di Parmigiano Reggiano è di grande effetto: qui siamo al top sia da un punto di vista della tecnologia, sia per quanto riguarda la qualità agroalimentare”. La visita guidata a Modena Terminal è stata condotta da Eugenio Garavini, Vice Direttore Generale Vicario di Bper Banca, e da Livio Nora, direttore di Modena Terminal, che hanno illustrato ai presenti le peculiarità della struttura, con particolare riferimento al Magazzino Formaggi. Prima della visita si era tenuta una tavola rotonda al Bper Forum Monzani di Modena, con la partecipazione dell’amministratore Delegato del Gruppo Bper Alessandro Vandelli.

Martina e Vandelli
Martina e Vandelli
Print Friendly, PDF & Email