Contratto pubblico impiego, è sciopero

0
222
Pubblico impiego, sindacato in marcia

Pubblico impiego, sindacato in marcia per il nuovo contratto. L’astensione dal lavoro, proclamato per sabato 28 novembre, è promossa da Cgil, Cisl, Uil, Confsal e Gilda, con un corteo e un successivo concentramento alle 12 in piazza della Repubblica, a Roma. “Vogliamo risposte sulle risorse per i contratti e liberare dai vincoli la contrattazione decentrata”, si leggel comunicato dei sindacati. La protesta riguarda in particolare i settori “scuola, sanità, funzioni centrali, servizi pubblici locali, sicurezza e soccorso, università, ricerca, afam e privato sociale”. Nel giugno scorso la Corte Costituzionale ha stabilito che il mancato rinnovo del contratto del pubblico impiego negli ultimi 6 anni è illegittimo, anche se la sentenza non viene applicata per il passato, e dunque non comporta aggravi per il bilancio statale. La legge di Stabilità ha stanziato circa 300 milioni totali per il triennio 2016-2018. Ma i sindacati chiedono nel triennio aumenti medi di 150 euro per ciascuno dei circa 3 milioni di lavoratori. Il sindacato parla di “un rinnovo dignitoso dopo 6 anni di paralisi totale”.

 

Print Friendly, PDF & Email