Sanatoria edilizia, verso la proroga dei termini

0
307

Via libera dalla IV commissione permanente alla proroga dei termini per la sanatoria degli abusi edilizi. “Nessun condono, nessuna autorizzazione agli abusi, la nostra proposta – precisa il consigliere regionale di Scelta Civica Vincenzo Alaia – nasce dall’esigenza manifestata da amministrazioni e cittadini di portare a termine l’istruttoria di domande e richieste già avanzate, che rischiavano di restare inevase, con gravi danni per i Comuni ed i diretti interessati”. La proposta di legge, che passerà nei prossimi giorni al vaglio del consiglio regionale, punta a prorogare di un anno (e quindi al 31 dicembre 2016) i termini per l’istruttoria delle domande relative alle precedenti leggi del 1985 e del 1994. “Sia per la ridotta disponibilità del personale, sia per un ricorso pendente da mesi davanti la Consulta si rischiava di lasciare l’iter incompleto, penalizzando le tante famiglie che vivono da tempo in alloggi non autorizzati e le stesse amministrazioni che ora potranno beneficiare di un’entrata sicura”, aggiunge Alaia, sostenuto dall’altro consigliere di Scelta Civica Giovanni Zannini. “Senza dimenticare che un’eventuale azione punitiva dello Stato avrebbe messo in moto il meccanismo delle demolizioni, aprendo una nuova stagione di emergenza sociale sul fronte casa. La proroga dei termini, che non avrà alcun costo per gli enti locali coinvolti, stoppa anche eventuali di ricorsi di chi, in questi anni, aveva fatto affidamento sulla sanatoria per mettersi finalmente in regola. L’emergenza casa è una delle spine nel fianco della nostra regione: questa misura può dare un contributo concreto ad arginare il fenomeno dell’abusivismo”.

Print Friendly, PDF & Email