Neurocomunicazione, le nuove frontiere del marketing

0
659
Job Pricing
Comunicazione: gli stipendi

Nell’era dell’accesso rapido all’informazione devi essere una persona, un libero professionista, un’Azienda credibile, attendibile, congruente con ciò che fai e dichiari, capace di strutturare una buona reputazione stabile e costante, in grado di conquistare eticamente la fiducia dei tuoi potenziali clienti! Dalla psicologia classica alle neuroscienze, cambia completamente il modo di comunicare, analizziamo il come ed il perché …

Il Marketing è l’insieme delle azioni che un’azienda, un libero professionista, grande o piccolo, mette in atto sul mercato di riferimento per farsi conoscere e per conquistare la fiducia dei propri potenziali clienti”.

Le scoperte di questi anni fatte dai Neuroscienziati, grazie alle nuove tecnologie e alla risonanza magnetica funzionale che è in grado di individuare le aree celebrali interessate in fase di apprendimento di informazioni dal mondo esterno, hanno messo in discussione molti principi espressi dalla psicologia classica e quindi dal “marketing tradizionale” alla quale esso si rifà.

Da qualche anno è nata una nuova disciplina, la NeuroEconomia, che si basa proprio sui reali meccanismi mentali e sulle scoperte di questi ultimi anni fatte dai Neuroscienziati. Siamo esseri empatici, molto emotivi e poco logici, questa è la grande verità che emerge dai recenti studi. Le nostre decisioni, le nostre azioni, dipendono, nella maggior parte dei casi, dalle nostre emozioni e poco dal pensiero “logico funzionale”. Questo è il motivo per cui continuiamo a fare cose sbagliate nonostante sappiamo che sono “sbagliate”, mangiamo in eccesso nonostante ci siamo già resi conto di essere in sovrappeso e di aver anche speso soldi dal nutrizionista, continuiamo a fumare pur sapendo che ci porta scompensi fisici e patologie quasi sempre letali. La logica ci mette in allerta e ci dice che stiamo sbagliando, che quel cibo, quelle cattive abitudini concorrono a farci ammalare ma le emozioni continuano a portarci dalla parte opposta e viceversa!

La nostra comunicazione spesso non ottiene i risultati sperati semplicemente perché è spostata troppo sulla parte logica (mi conviene o non) e poco su quella emotiva (mi emoziona o non). Le aziende come Apple, Samsung, Adidas, Nike, BMW, Mercedes hanno già rivoluzionato il loro modo di “comunicare” a vantaggio della NeuroComunicazione. Nei loro messaggi si parla poco di prestazioni, di prezzi ma molto della realizzazione di un sogno, di quelle che sono le emozioni che il cliente proverebbe in caso di possesso del prodotto.

Il Marketing tradizionale viene sostituito definitivamente dalla NeuroComunicazione, quella che oggi viene adottata dai grandi comunicatori, dalle persone, dalle aziende e dalle Start Up di successo che hanno saputo vivere e cavalcare il grande cambiamento in atto. Oggi viviamo nell’ ”era dell’attenzione”, il potenziale cliente è più attento nelle sue scelte ed è stanco di essere infastidito da messaggi che cercano di imporre una “potenziale vendita”.

Conoscere le nuove tecniche di NeuroComunicazione consente, a chi se ne fa propri i principi ed i meccanismi funzionali, sia a livello personale che a livello professionale, di ottenere risultati concreti in breve tempo, facilmente misurabili.

La NeuroComunicazione ha generato il NeuroMarketing, la nuova frontiera della comunicazione aziendale basata sulla conoscenza approfondita dei nostri sistemi decisionali e dei protagonisti dei nostri pensieri e dei nostri comportamenti, i “3 cervelli”.

Prima del cliente viene “l’essere umano”, quindi ricordati che oggi se vuoi conquistare il tuo mercato di riferimento devi saper comunicare con:

  1. Il Cervello Logico, rappresenta la parte razionale della nostra mente, sviluppato negli anni attraverso l’apprendimento scolastico e la cultura generale;
  2. Il Cervello Emotivo, rappresenta la parte emotiva, le emozioni che proviamo in relazione agli stimoli che riceviamo;
  3. Il Cervello Antico, il capo, colui che è nato per prima e che ha iniziato a gestire le informazioni e a trarne esperienza fin dalla nostra formazione nella pancia di nostra madre;

Le nostre reazioni e quelle del nostro prossimo dipendono dalla qualità della nostra comunicazione che necessariamente, per essere efficace, deve tener conto della personalità dei 3 cervelli. La Programmazione Neuro Linguistica, PNL, studia l’eccellenza e rappresenta da anni uno standard per avere una “comunicazione di qualità”. La Neurocomunicazione, tenendo conto delle ultime scoperte dei neuroscienziati, va oltre, insegna a dialogare in maniera efficace con i “3 cervelli”.

Continua

Print Friendly, PDF & Email