Campania, la legge di stabilità punto per punto

0
405
Renzi e De Luca

Ecco la legge di stabilità 2016 della Regione Campania. Innanzitutto, si punta sulla soppressione e sul riordino di enti e società regionali. Lo slogan utilizzato è “Zero clientele, zero enti inutili”. Prevista la soppressione dell’Arlas (Agenzia regionale per il lavoro e l’istruzione). Riorganizzazione Agenzia regionale per il turismo e i beni culturali con cessione o dismissione delle partecipazioni in società, enti, fondazioni ed organismi il cui scopo è la promozione del turismo così da non avere più doppioni.

Ed ancora: “Zero burocrazia, efficienza e risparmio”. Quindi: soppressione di commissioni, comitati, osservatori , gruppi di lavoro presenti nelle strutture regionali. Conferimento dei  risparmi di spesa  nel fondo Eduardo e Luca De Filippo per le politiche giovani e il contrasto alla criminalità giovanile.

Un altro punto è razionalizzazione patrimonio immobiliare regionale. “Riduzione sprechi stop affitti inutili”. La Regione, gli enti strumentali regionali e le società in house attuano un piano di razionalizzazione logistica dei propri uffici. Risparmio: 1 milione di euro.

Interventi in materia di trasporto pubblico. Più fondi ai trasporti ecologici.  1.000.000 euro per ciascun anno 2016 – 2017 e 2018 per gli interventi di miglioramento ed ammodernamento delle funicolari di Monte Faito e Montevergine.

Misure di cittadinanza attiva. Voce ai cittadini, la Regione a sostegno delle famiglie.  Per migliorare il servizio idrico campano, realizzazione sito internet interattivo con gli utenti. Raccoglierà le loro proposte e i loro reclami, con risposte in tempo reale. Rateizzazione delle somme dovute al gestore del servizio idrico compatibilmente con le capacità economiche del cittadino che vive al di sotto della soglia di povertà. Interventi di promozione della cultura.

Campania cibo per l’anima, sviluppo del turismo eno-gastronomico.  500.000 euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018 per l’attuazione del Piano di valorizzazione e promozione delle Eccellenze Campane.

Più fondi alla cultura, diffusione della cultura del design. 200.000 euro per l’istituzione del premio  di design Massimo Vignelli rivolto a giovani designer campani. Contributo di 1.500.000 per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018 per gli interventi di consolidamento del piano di riequilibrio del Teatro Municipale Giuseppe Verdi.

Misure in materia ambientale. Missione ambiente, monitoraggio Regi Lagni. 150.000 euro per l’istituzione di un fondo per l’acquisto da parte dei comuni di centraline atte al rilevamento di concentrazione di emissioni inquinanti e la realizzazione di una campagna di monitoraggio volta ad individuare gli scarichi abusivi nei canali dei Regi Lagni.

Misure per il sociale. I giovani come risorsa. 3.000.000 di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018  per salvaguardare le attività ed il funzionamento della Fondazione Villaggio dei ragazzi  – Don Salvatore D’Angelo di Maddaloni.

La famiglia al centro di tutto. Tutti i risparmi di spesa derivanti dalla legge di stabilità, salvo quelli espressamente previsti per il Fondo De Filippo, serviranno a sostenere le politiche sociali e per la famiglia.

Print Friendly, PDF & Email