Artigiani: dopo l’albo addio alle commissioni

0
414
"Scuola viva"

Dopo la soppressione dell’Albo delle imprese artigiane (sostituito dal registro delle imprese), ora tocca alle Commissioni Provinciali per l’Artigianato e la Commissione Regionale. L’iter si completerà entro il 30 gennaio prossimo. Alle Camere di Commercio sono state conferite tutte le funzioni amministrative inerenti l’annotazione, la modifica e la cancellazione delle imprese artigiane dalla sezione speciale del Registro delle Imprese, funzioni prima attribuite alle CPA. L’imprenditore non dovrà quindi più presentare comunicazione di iscrizione all’Albo alla Commissione provinciale per l’Artigianato, ma sarà la Camera di Commercio a conferire all’impresa in possesso dei requisiti la qualifica di “impresa artigiana”, iscrivendola nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese. Alla Camera di Commercio spetta anche il compito di trasmettere l’annotazione alla sede provinciale dell’Inps. Con la nuova legge, non essendoci più alcuna Commissione, l’impresa autocertifica il possesso dei requisiti artigiani, allegando una Segnalazione Certificata di Inizio Attività, Scia, inoltrata anche al Comune per il tramite dello sportello unico per le attività produttive (Suap). Le cinque Camere di Commercio della Campania si sono attivate già all’indomani della pubblicazione della legge: scomparirà il numero Albo Artigiani, quello relativo a posizioni pregresse verrà conservato nel Mad (archivio storico), mentre per le nuove posizioni sarà assegnato un numero albo solo a fini tecnici interni.

Print Friendly, PDF & Email