Credito cooperativo, futuro a rischio

0
312
La sede della Banca d'Italia

Sono 37 le piccole banche cooperative in bilico. Una su dieci infatti, tra le 368 Bcc attive in Italia, mostra prestiti deteriorati a un livello sopra il 20% dell’intero portafoglio crediti. L’elaborazione del Sole 24 Ore è fatta sui bilanci 2014 delle Bcc nell’analisi condotta dall’ Ufficio Studi di Mediobanca. Ma c’è anche chi si spinge oltre la soglia critica del 20 per cento. Senza dimenticare che tra le banche commissariate da Bankitalia, 5 su 9 sono Bcc. Per loro lo schema di salvataggio è già pronto: le Bcc più forti acquisiranno le attività pulite delle Bcc commissariate mentre sofferenze e bond subordinati verranno presi in carico dal Fondo di Garanzia. Complessivamente il buon indice di patrimonializzazione (oggi al 16% di Cet1) non sembra sufficiente a mettere in sicurezza il sistema. Alla fine del 2014, si ricava dagli ultimi dati Bankitalia, il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale prestiti era per le Bcc mediamente al 18%, salito dal 10,4% del 2011. Le sofferenze erano a fine 2014 al 9,1% (dal 4,5% del 2011). Le contromisure sono state quelle di alzare i livelli di accantonamento, cioè di copertura di sofferenze e incagli, ad una soglia ancora inferiore alla media dell’industria bancaria nazionale. Il tasso di copertura dei prestiti deteriorati è salito dal 30,2% al 36,5% e quello delle sofferenze dal 47,7% al 51,8%. Ma restano tassi inferiori rispetto al resto del sistema bancario che copre i crediti malati al 44,4% e le sofferenze al 58,7%. Per il futuro del sistema del credito cooperativo, si legge ancora sul “Sole 24 Ore”, ci sono due ipotesi sul tappeto: da una parte il Governo spinge per una holding di sistema modello Credit Agricole che inglobi tutto, dall’altra i vertici Bcc hanno già proposto un’autoriforma in 10 punti che tra garanzie in solido e integrazione in un gruppo bancario cooperativo, non elimini però le peculiarità (localismo, identità) delle piccole banche del territorio.

Print Friendly, PDF & Email