Bikesharing, Moovit lancia un’app per il trasporto smart

0
363

L’ obiettivo è semplice: realizzare il sistema di spostamento multimodale integrato. La sfida parte da Moovit, l’app per il trasporto locale, che ora punta sull’integrazione all’interno delle sue mappe dei sistemi di bike sharing. E il progetto riguarda anche alcune città del sud: Napoli, Salerno e Siracusa. In modo particolare l’integrazione con il Bike sharing, disponibile con l’aggiornamento alla versione 4.8 per Android e iOS, consente ai cittadini di localizzare, raggiungere e visualizzare le biciclette disponibili senza bisogno di cambiare app. “Quando ad esempio l’autobus è bloccato in mezzo al traffico, quando c’è il sole, quando non si ha voglia di camminare per raggiungere la stazione della metro: in tutte queste situazioni, Moovit fornisce agli utenti l’opzione ecofriendly del bike sharing e insieme una certezza maggiore di raggiungere velocemente la destinazione desiderata – spiegano gli ideatori. – Il nostro scopo è quello di dare agli utenti sempre più opzioni possibili per effettuare gli spostamenti in città” ha dichiarato Alex Mackenzie Torres, Chief Marketing Officer di Moovit. “L’integrazione del bike sharing all’interno della app fornisce la libertà di decidere come muoversi in città, aggiungendo un’opzione ecofriendly all’abituale utilizzo dei mezzi pubblici”, aggiunge.
In cosa consiste l’integrazione su Moovit? Localizza e visualizza le bici in condivisione senza bisogno di cambiare app, trova i tuoi luoghi preferiti e visualizza le rastrelliere delle bici sull’icona della mappa, basta cliccare sull’icona per controllare il numero di bici disponibili, o il numero di posti liberi quando si vuole restituire la bici. Cliccando su Navigazione Assistita, Moovit indica il percorso fino alla bicicletta desiderata. Moovit è disponibile gratui tamente per iPhone, Android e Windows Phone. Il suo funzionamento è semplice perché combina i dati provenienti dalle aziende di trasporto, che gratuitamente aderiscono all’app, con quelli forniti in tempo reale dalla community di utilizzatori, garantendo a chi viaggia un’istantanea più precisa e puntuale sul loro spostamento, con i percorsi più veloci e comodi in base alla destinazione desiderata e senza inutili attese. “Gli utenti possono controllare da casa l’ orario stimato di arrivo del loro mezzo, essere guidati per tempo alla fermata e, una volta saliti a bordo, usare la app per altre funzioni o usare altre app dello smartphone, ricevendo una notifica quando è ora di scendere. Possono fornire in forma anonima al resto della community dati sulla puntualità del mezzo utilizzato, sui livelli di congestione e la pulizia della vettura”, concludono gli ideatori.

Print Friendly, PDF & Email