La scuola rilancia l’edilizia: 46mila posti in arrivo

0
450
Abusivismo in crescita

L’edilizia riparte con la scuola. Da una ricerca, frutto della collaborazione tra la Struttura di missione per l’edilizia scolastica della presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Ance, emerge che sono oltre 46mila i nuovi posti di lavoro nel settore delle costruzioni, 71 mila considerando l’indotto, grazie agli interventi di edilizia scolastica, resi possibili dalle linee di finanziamento statali già in corso e in partenza nel 2016, pari a 4,4 miliardi di euro. Secondo le stime, il numero degli occupati grazie ai progetti in corso o conclusi sarebbe di oltre 20mila lavoratori. Una cifra che potrebbe raddoppiare nel 2016 anche grazie all’operazione Decreto Mutui Bei che da sola può produrre un incremento di quasi 10.000 impiegati. A questi vanno aggiunti gli oltre 24 mila posti derivanti dall’indotto della lunga filiera delle costruzioni, per un totale complessivo, come detto, di oltre 71 mila occupati. “E’ la dimostrazione che i finanziamenti statali per l’edilizia scolastica non solo contribuiscono a risanare un patrimonio immobiliare prezioso per il futuro del Paese, ma sono anche volano per la ripresa economica e la crescita occupazionale”, precisa Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione di Palazzo Chigi.

Print Friendly, PDF & Email