Elezioni Confindustria, la sfida dei Giovani

0
267
Il Presidente dei Giovani Imprenditori, Marco Gay

“Non esiste in nessun altro Paese del mondo un’associazione di rappresentanza degli imprenditori così grande, così ramificata, così influente. Eppure oggi l’Italia ha bisogno di una Confindustria ancora più forte”. E’ quanto si legge nel documento con le proposte dei Giovani imprenditori per il rinnovo della presidenza confederale dal titolo “All’Italia serve più Confindustria”.”Rappresentiamo oltre 150 mila imprese, che ogni giorno creano ricchezza, danno lavoro, promuovono l’Italia nel mondo e cambiano la società”, aggiungono i Giovani, guidati da Marco Gay. “Abbiamo dato un contributo essenziale a riforme importanti, dal fisco al lavoro, dalla Pubblica amministrazione agli investimenti. Siamo stati in prima linea sul territorio per aiutare gli associati in anni difficili. Possiamo fare di più perchè se l’Italia ha bisogno di una Confindustria ancora più forte, la Confindustria ha bisogno di imprese sempre più straordinarie. C’è un mondo che cambia. Oggi fare impresa significa qualità, visione, valori. Significa muoversi in mercati internazionali e integrati, competere con prodotti personalizzati, significa raccontare una storia unica e irripetibile: la propria”. Le imprese, proseguono i Giovani imprenditori, “hanno saputo interpretare il cambiamento, trasformarsi per resistere e crescere, e anche la nostra Confindustria vuole continuare a farlo. Perché Confindustria è i suoi imprenditori. E oggi vogliamo raccontare una nuova storia, che parte dal passato e guarda al futuro: questo è il contributo e l’ambizione di noi Giovani Imprenditori per la nuova Presidenza confederale. Per dare più voce al mondo che produce, dare più strumenti ai suoi imprenditori, dare più forza all’Italia che cresce”.

Print Friendly, PDF & Email