Meridiana: si tratta, gli esuberi possono calare

0
331

Un mese di tempo per il confronto tra le parti, per trovare un accordo che permetta di concretizzare la partnership tra Meridiana e Qatar Airways. E’ questo l’esito del lungo incontro su Meridiana che ha impegnato per oltre cinque ore azienda, sindacati e Governo al Ministero dello sviluppo economico. Incontro concluso con la firma (manca solo l’Usb, che potrebbe sciogliere la riserva nelle prossime ore) in calce ad un verbale che di fatto avvia il confronto fissando la scadenza per un accordo al 23 marzo. Le parti si sono impegnate a valutare le ricadute occupazionali e i relativi strumenti finalizzati al loro contenimento. In base a quanto indicato nel Piano industriale messo a punto da Meridiana per arrivare all’intesa con la compagnia araba, gli esuberi sono fissati a quota 900. Ma il presidente Marco Rigotti assicura che si possono ridurre: “I 900 esuberi rappresentano la foto dell’azienda oggi – ha spiegato -, ma laddove si dovesse fare la partnership questo numero si ridurrebbe in modo significativo”. Azienda e sindacati hanno stabilito di fissare in tempi brevi una riunione per il proseguimento del confronto. E se per Rigotti quello di oggi è “il riconoscimento della necessità di fare presto”, i sindacati sono preoccupati a contenere gli esuberi. “Da oggi parte il confronto che dovrà ricercare ogni utile iniziativa per abbattere gli esuberi, che così proposti rappresentano un costo insostenibile”, avverte Nino Cortorillo della Filt Cgil. Per Ivan Viglietti della Uiltrasporti è stato fatto “un passo avanti importante che impegna tutte le parti a trovare soluzioni che rendano sostenibile il processo, minimizzino l’impatto sul lavoro e consentano la ripresa dell’azienda e dell’occupazione”. La Fit Cisl è disponibile ad affrontare il percorso tracciato per Meridiana, “purché si faccia chiarezza”. Il verbale firmato oggi consentirà inoltre al ministro Federica Guidi, che si recherà a Doha il 29 febbraio (accompagnata dal presidente di Meridiana Rigotti), di di confermare al Qatar l’interesse e l’apprezzamento delle parti verso l’ingresso della compagnia araba in Meridiana.

Print Friendly, PDF & Email