Selfiemployment, finanziamenti per giovani imprenditori

0
390

Dall’1 marzo 2016 sarà possibile presentare la domanda per Selfiemployment, il nuovo fondo rotativo nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e gestito da Invitalia. Il fondo mette a disposizione finanziamenti agevolati senza interessi per i giovani fino a 29 anni iscritti al Programma Garanzia Giovani che non hanno un lavoro e non sono impegnati in percorsi di studio o di formazione professionale (i cosiddetti Neet – Not in education, employment or training). Selfiemployment è valido in tutta Italia e finanzia, nel rispetto del regolamento de minimis, progetti che prevedono spese per almeno 5.000 euro, fino a un massimo di 50.000 euro. Il finanziamento è senza interessi e non è assistito da alcuna forma di garanzia reale. Lo stanziamento iniziale è stato stabilito in circa 114 milioni di euro. I finanziamenti sono a tasso zero, coprono fino al 100% delle spese, non richiedono garanzie personali e devono essere restituiti in 7 anni. Il finanziamento può essere utilizzato per coprire i costi relativi a beni immateriali a utilità pluriennale, attrezzature, macchinari, impianti, utenze, canoni d’affitto, spese per il personale assunto. Può inoltre essere utilizzato per provvedere alla ristrutturazione dell’immobile in cui si svolge l’attività d’impresa, nei limiti però del 10% del finanziamento e per l’acquisto di autovetture e automezzi. Le domande saranno deliberate entro 60 giorni dall’inoltro della relativa richiesta. In caso di esito positivo, Invitalia accompagnerà i giovani nella fase di elaborazione e di realizzazione dell’idea imprenditoriale. Chi ottiene tale agevolazioni deve impegnarsi a realizzare gli investimenti entro 18 mesi dalla decisione di ammissione al finanziamento. La procedura di richiesta dei finanziamenti avviene esclusivamente on line collegandosi al sito internet www.Invitalia.it. Per ulteriori informazioni sulla presentazione delle domande è possibile consultare il sito: garanziagiovani.gov.it.

Print Friendly, PDF & Email