Ge Avio, investimenti per 200 mln in Puglia e Campania

0
246

200 milioni di euro per favorire lo sviluppo di nuove piattaforme tecnologiche nel settore dell’aviazione civile. Previsti nuovi investimenti in Piemonte, Puglia e Campania. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa siglato oggi dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, dal presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dall’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia Loredana Capone, dall’Assessore alle Attività produttive della Regione Campania Amedeo Lepore e dal presidente di Avio Aero Riccardo Procacci. “Questo secondo protocollo d’intesa, che segue di pochi giorni quello firmato con la Divisione Oil&Gas, è la riprova che il nostro Paese può essere attrattivo per gli investitori esteri. GE Avio è un’azienda che rappresenta un’eccellenza nell’industria aeronautica, da sempre un settore che ha un impatto elevato anche per l’economia civile. L’industria aerospaziale, grazie a un tasso di investimento in ricerca e sviluppo che arriva al 15% del fatturato, continua a svolgere un ruolo propulsivo sull’economia. Con questo protocollo le istituzioni pubbliche intendono sostenere un importante Piano di impresa che prevede progetti di R&S e di investimento”, ha commentato il Ministro Guidi. In particolare i programmi di ricerca, sviluppo sperimentale e innovazione di processo si svilupperanno sulle seguenti traiettorie tecnologiche articolate nei diversi territori: tecnologie per la propulsione efficiente ed eco-compatibile a Rivalta di Torino, in Piemonte; sviluppo di un sistema di controllo per motori aeronautici e aero derivati a Bari, in Puglia; ricerca e sviluppo di trasmissioni meccaniche per motori aeronautici e tecnologie innovative di tipo additivo a Brindisi, in Puglia; sviluppo tecnologico di combustori e componenti turbina a Pomigliano d’Arco, in Campania; innovazione dei processi per la produzione e riparazione dei componenti di motori aeronautici di nuova generazione e innovazione dei sistemi per l’erogazione di servizi e utenze di sito a Pomigliano d’Arco, in Campania; innovazione dei processi per la produzione e riparazione dei componenti di motori aeronautici di nuova generazione a Brindisi, in Puglia; innovazione dei sistemi in logica smart factory per l’erogazione di servizi e utenze di sito nell’ambito dei processi di progettazione, produzione e manutenzione di componenti di motori aeronautici di nuova generazione in Campania e Puglia. Gli interventi che formeranno oggetto delle domande di agevolazione prevedono investimenti per 200 milioni di euro, con i seguenti costi e “dislocazioni” territoriali: 40 milioni di euro presso i siti in Piemonte in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, che verranno sostenute attraverso un apposito Accordo di Programma con la Regione Piemonte a valere su risorse del Fondo Crescita Sostenibile (DM 1 aprile 2015) e sui fondi regionali; con un contributo pubblico complessivo pari a circa 12 milioni di euro (il contributo regionale non potrà essere inferiore al 10%); 50 milioni di euro presso i siti in Puglia in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, cui si aggiungono 50 milioni di euro di innovazione di processi produttivi, sostenuti attraverso un programma di sviluppo regionale integralmente finanziato su fondi regionali, con un contributo pubblico complessivo ancora da quantificare ma stimabile nell’intorno dei 25-30 milioni di euro; 10 milioni di euro presso i siti in Campania in attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, cui si aggiungono 50 milioni di euro di innovazione di processi produttivi, sostenuti attraverso un contratto di sviluppo (ancora da presentare) finanziato su fondi nazionali e regionali con un contributo pubblico complessivo pari a circa 16 milioni di euro (l’entità della contribuzione regionale rimane ancora da definire).

Print Friendly, PDF & Email