Scandone all’Università. “Azienda di valori”

0
476

“La nostra azienda non produce utili ma emozioni e trasmette valori”. A dirlo Nicola Alberani, direttore sportivo che, insieme al coach Stefano Sacripanti e Riccardo Cervi, è salito in cattedra per portare all’attenzione di numerosi studenti dell’Unisannio, il “fenomeno” Sidigas/Scandone come azienda. La loro testimonianza nell’ambito della rassegna Allenamenti, promossa dall’Adisu di Benevento, in collaborazione con il Dipartimento Demm dell’ateneo sannita. Ad introdurli i professori di economia aziendale e di marketing Paolo Ricci, Maria Rosaria Napolitano e Angelo Riviezzo. Nell’aula Ciardiello affollata di studenti si è parlato di fiducia e partecipazione, ingredienti fondamentali per la buona riuscita del gruppo e per il successo di una società sportiva professionistica. “Il compito fondamentale dell’allenatore è creare un sistema di fiducia che incoraggi la partecipazione. La migliore chimica – ha spiegato Sacripanti – si crea quando ognuno è contento di fare qualcosa per l’altro”. Della squadra composta da dodici elementi nuovi  che si sono incontrati la scorsa estate, fa parte Riccardo Cervi, anche atleta della Nazionale Italiana Pallacanestro. Cervi originario di Reggio Emilia, al sesto anno da professionista, al primo anno fuori casa, ha sottolineato l’importanza di fare gruppo nella consapevolezza di vincere insieme. Alla lezione è arrivato anche come ospite a sorpresa l’amministratore delegato della Sidigas/Scandone Gianandrea De Cesare. Ha moderato l’incontro il giornalista sportivo de Il Mattino Franco Marra.

Stefano Sacripanti
Stefano Sacripanti

Al termine dell’incontro il commissario dell’Adisu Umberto Abate e il direttore amministrativo dell’Azienda Antonio Scianguetta hanno consegnato delle targhe in ricordo della insolita lezione.

Print Friendly, PDF & Email