Influweb, l’influenza si controlla con un’app

0
432
Dati Istat
Computer: produzione in calo

Nei giorni scorsi, l’influenza stagionale ha raggiunto la sua fase di picco in Italia: il virus continua a farsi sentire, costringendo migliaia di persone a letto con febbre, raffreddore, mal di gola e gli altri consueti sintomi. La situazione è tenuta sotto controllo da Influweb, l’innovativo sistema di monitoraggio curato dal Laboratorio di Epidemiologia Computazionale della Fondazione ISI di Torino. Con uno strumento in più: la nuovissima applicazione per iOS. Compatibile con tutti i device portatili della famiglia Apple (iPod Touch, iPhone, iPad), la app permette agli utenti della piattaforma online di inviare gli aggiornamenti sul proprio stato di salute in qualunque momento e ovunque si trovino, segnalando la presenza o meno di sintomi influenzali e alimentando il database di un sistema che trova la sua forza propulsiva e rivoluzionaria proprio nella partecipazione diretta dei cittadini. In download gratuito dallo store di iTunes, la applicazione per iOS si aggiunge a quella per i dispositivi Android (disponibile dal 2015), completando l’offerta in mobilità di Influweb. Lanciata nel 2008 nell’ambito del progetto europeo Epiwork, Influweb rappresenta il mirror italiano di Influenzanet, una rete continentale di sistemi di monitoraggio online che comprende Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna e Svezia (a breve si aggiungerà anche la Svizzera). L’iniziativa, a cui contribuiscono già regolarmente e su base volontaria oltre trentaquattromila cittadini europei, rientra in uno dei settori di ricerca più dinamici nell’area del digital health e dell’epidemiologia computazionale: quello delle nuove tecnologie che utilizzano la modalità crowdsourcing (la partecipazione del pubblico tramite Internet) per sviluppare modelli alternativi di controllo e previsione sull’andamento delle malattie. Con enormi potenzialità nel monitoraggio sia in ambito locale che globale, come testimoniano i risultati ottenuti dallo studio tramite Influenzanet della pandemia H1N1 nel 2009. Sul sito www.influweb.it è disponibile la mappa italiana sull’andamento dell’influenza, aggiornata in tempo reale e consultabile provincia per provincia. Da quest’anno, il serbatoio dati di Influenzanet rifornisce anche Fluoutlook (fluoutlook.org), un sistema di previsione dell’influenza sviluppato da Fondazione ISI in collaborazione con la Northeastern University di Boston, che oltre ai paesi europei copre Stati Uniti, Cile, Australia e Nuova Zelanda. Nei prossimi giorni, l’esperienza di Influweb e Influenzanet sarà protagonista in Australia con la partecipazione di Daniela Paolotti (leader di ricerca presso la Fondazione ISI e responsabile del progetto) al workshop internazionale IWOPS 3 (Newcastle, Nuovo Galles del Sud, 22-24 marzo, www.iwops3.org).

Print Friendly, PDF & Email