Moda, Armani rinuncia alle pellicce animali. “Inutili”

0
248

L’alta moda può fare a meno delle pellicce animali. E a rinunciare non è una firma qualsiasi. Giorgio Armani stringe un accordo con la Fur Free Alliance e annuncia l’abolizione totale dell’impiego di pellicce animali nella sua produzioni. E l’accordo parte con la stagione autunno inverno 2016 – 2017. Per Armani l’uso di pellicce animali è “inutile” grazie anche al progresso tecnologico raggiunto nel settore negli ultimi anni che consente di avere pratiche e valide alternative per rendere i capi esclusivi e attraenti

“la mia azienda – dice Armani – compie quindi oggi un passo importante a testimonianza della particolare attenzione verso le delicate problematiche relative alla salvaguardia e al rispetto dell’ambiente e del mondo animale”.

Dopo Ferrero, Armani è la seconda azienda italiana per reputazione, in base all’indice Global RepTrak, stilato annualmente dal Reputation Institute. A livello globale la prima azienda è Rolex, seguita da Walt Disney e Google.

Print Friendly, PDF & Email