Ance e Ingegneri, sfida sulla sicurezza

0
436
Sicurezza in edilizia

“Il futuro dell’edilizia è nella riqualificazione. Se guardiamo indietro, agli anni del terremoto, non possiamo non prendere atto di come il settore sia cambiato e di come tocchi a noi imboccare la nuova strada”. Mentre il presidente dell’Ordine degli Ingegneri Antonio Fasulo parla e prova a tratteggiare l’edilizia del futuro in città ed in provincia, sullo schermo alle sue spalle scorrono le immagini dell’Avellino del post-terremoto, ferita mortalmente. “Bisogna lavorare in rete e collaborare ad un progetto che fondi le sue radici sulla sicurezza, la riqualificazione e l’efficientamento energetico. Il mio auspicio è che il governo, ma anche le amministrazioni locali, sostengano e aiutino chi investe in questa direzione”. Al suo fianco, nel corso del convegno al de la Ville dal titolo “Il riuso e il miglioramento della resistenza al sisma dei fabbricati in cemento armato costruiti prima del 1980” organizzato da Ance (Associazioni Costruttori Edili), Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri e Federcomated Avellino, c’è anche l’assessore all’Urbanistica del Comune di Avellino, Ugo Tomasone che passa in rapida rassegna le linee guida dell’azione dell’amministrazione di piazza del Popolo sul fronte dell’urbanistica. Massima attenzione alla nuova fase della ristrutturazione e riqualificazione del patrimonio immobiliare in città anche da parte del presidente di Giuseppe Scognamillo. “La messa in sicurezza della nostra città è una priorità assoluta che può tradursi anche in nuove opportunità di lavoro in un settore fermo da troppo tempo. Le costruzioni in linea con le nuove normative in materia di sicurezza sono davvero poche, c’è bisogno di voltare pagina. Assente per impegni a Napoli l’assessore ai Fondi Europei della Regione Campania Serena Angioli, il confronto ha visto anche la partecipazione del vicepresidente di Sercomated Gabriele Nicoli e del presidente nazionale Federcomated Giuseppe Freri.

Domani mattina, 31 marzo, sempre al de la Ville, si apre, a partire dalle 9.30, la seconda giornata di confronto sul tema “Riqualificazione energetica e sismica. Investiamo nel nostro futuro”. Dopo i saluti del presidente di Federcomated Avellino Giulio De Angelis, di Alessandro Ambrosi, presidente nazionale Confcommercio con delega alle infrastrutture e al Mezzogiorno e delle autorità, è in programma una tavola rotonda alla quale parteciperanno Massimo Sessa, presidente Consiglio Lavori pubblici, Franco Braga, dipartimento Ingegneria Strutturale e Geotecnica Università degli studi “La Sapienza”, Armando Zambrano, presidente nazionale dell’Ordine degli ingegneri, Maurizio Savoncelli, presidente nazionale consiglio dei geometri, Rodolfo Girardi, vicepresidente nazionale Ance, Francesco Peduto, presidente nazionale ordine geologi italiani, Francesco Burrelli, presidente nazionale Anaci e Freri, presidente nazionale Federcomated. Nel pomeriggio avrà luogo, invece, un happening formativo tenuto da Peter Erlacher, Enrico Sicignano, Fernando Fraternali ed Erminia Cuomo, sugli aspetti tecnici e fiscali del risanamento e la riqualificazione del patrimonio edilizio e urbano sotto gli aspetti energetici e sismici.

Print Friendly, PDF & Email