Avellino, il sindaco: “Non ci sono più gli spiragli per andare avanti”

0
297
Paolo Foti

La situazione sarebbe arrivata al bivio. Altre indiscrezioni arrivano da Palazzo di Città. Il sindaco di Avellino, Paolo Foti, sembra davvero pronto a rassegnare le proprie dimissioni. Alla fine di una riunione informale con la maggior parte degli assessori, il primo cittadino avrebbe sbottato: “Non ce la faccio più, non vedo spiragli”. La situazione si starebbe facendo ancor più delicata perché le cose sarebbero cambiate rapidamente nelle ultime ore. Innanzitutto, sembra stiano arrivando nuovi avvisi di garanzia in Comune, destinatario lo stesso sindaco, ma non solo lui. Poi, l’articolo a firma di Franco Genzale su Orticalab di questa mattina ha messo ulteriormente il dito nella piaga. In tarda mattinata diversi assessori si sono riuniti con il sindaco chiedendo spiegazioni rispetto a quanto starebbe accadendo al Comune. Paolo Foti avrebbe, secondo quanto si apprende, manifestato la sua stanchezza e il bisogno di riflettere sull’opportunità o meno di rimanere sindaco in carica ad Avellino. Ma pare che la misura sia ormai colma. Del resto, stamane, in un incontro pubblico, il sindaco ha detto: “Oggi i tempi sono cambiati e in quest’epoca di cambiamenti se non si riscopre il senso di appartenenza questa città sarà senza futuro. Non bisogna delegare bensì concorrere con senso civico. E se questo non accadrà, la città non si salverà. E’ necessario lo sforzo corale, senza egoismi e senza menefreghismo. Nessuno deve girarsi dall’altra parte. Ognuno di noi, dovrebbe ritagliarsi cinque o dieci minuti di tempo per farsi un esame di coscienza e capire se ancora sussistono le condizioni per il civismo e il senso di responsabilità. Il senso di solidarietà è andato smarrendosi. Grazie per avermi sopportato per tre anni”.

Print Friendly, PDF & Email