“Collegamenti Sorrento-Pompei per incrementare il turismo”

0
250
Sorrento

Programmare gli eventi con largo anticipo e coordinare l’offerta turistica in un bacino più ampio. Sono queste due delle strade percorribili per provare a destagionalizzare il turismo. E’ quanto emerso alla prima tavola rotonda del “Forum Internazionale Turismo e Cultura”, promosso e organizzato dalla Fondazione Biagio Agnes – presieduta da Simona Agnes. «Sorrento è tra le realtà turistiche più importanti della Campania, con il 20% delle presenze in regione. Il nostro obiettivo è crescere in arrivi e prolungare da 8 a 10 mesi il periodo di affluenza, contro gli attuali 7 mesi». Ha commentato cosi il sindaco Cuomo. «Destagionalizzare significa dare la possibilità di vivere a tutti le nostre eccellenze, con la stessa qualità dei servizi a costi più bassi. E bisogna che gli imprenditori abbiano la possibilità di tenere aperte le strutture a costi contenuti». I dati degli afflussi però non sono incoraggianti. Solo il 12% dei turisti visita il Sud (contro l’80% il Nord). «Noi come “Sistema Italia” ci siamo “troppo seduti” sul fatto che l’Italia attragga visitatori in maniera naturale», ha aggiunto Dorina Bianchi, sottosegretario di Stato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. «Siamo il Paese che ogni straniero pensa di visitare almeno una volta nella vita; abbiamo un patrimonio artistico fruibile lungo le nostre strade. Tutto questo dovrebbe porre come primo Paese al mondo per turismo e invece siamo il sesto paese (avanti a noi Stati Uniti, Spagna). Come Governo stiamo facendo uno sforzo reale per dare risorse reali e vedere il turismo come una strategia nazionale che coinvolga tutti. Stiamo lavorando sui percorsi alternativi, mettere in collegamento, ad esempio, Sorrento a Pompei diventa un modo per invitare il turista a fermarsi più giorni. Di contro anche gli operatori dovrebbero avere sempre un approccio positivo. Noi troppo spesso non riusciamo a spendere le risorse che abbiamo, soprattutto al Sud e invece ci si piange addosso. Il Meridione, soprattutto, fa tornare indietro i fondi (46 milioni di euro per il 2017 e 25 milioni per il 2018) e in questo c’è una responsabilità collettiva: nessuno regala nulla ma bisogna attivarsi per richiedere questi finanziamenti. Tra le altre idee si potrebbe pensare a un Car Sharing all’aeroporto così che ciascun turista possa in maniera autonoma andare alla scoperta di borghi e città». Costanzo Iaccarino, Presidente della Federalberghi della Regione Campania e della Penisola Sorrentina, ha puntato, invece, l’attenzione sugli investimenti fatti sul web per promuovere i mesi di aprile e di novembre e sugli accordi con i tour operator per incentivare i voli nel periodo invernale». Un po’ fuori dal coro la voce di Michele Savarese, vice presidente della Fondazione Sorrento, tra gli enti privati a programmare con un anno di anticipo. «Il nostro cartellone eventi è costruito almeno 12 mesi prima, forniamo materiale ai tour operator, partecipiamo con stand alle fiere turistiche più importanti a livello internazionale. Siamo pronti con un’importante mostra del ‘900 (opere pittoriche e strutture del Novecento). Riteniamo che serva, però, più sinergia con il Governo per costruire un’unica cabina di regia – enti pubblici e esercenti, agenti di viaggi e albergatori – che sia un piano strategico. E allo stesso tempo un altro aspetto importante sarebbe quello di diminuire le tasse aeroportuali». Dalla tavola rotonda è stata lanciata l’idea di fare un festival della cucina sorrentina, perché l’enogastronomia è un traino per il turismo. Valorizzare i piatti della ricca tradizione e i vini della produzione locale. L’incontro è stata anche l’occasione per comunicare la grande novità della VIII edizione Premio di Giornalismo Biagio Agnes, intestato all’indimenticato direttore generale della Rai, che quest’anno si sposta da Capri a Sorrento. La premiazione dei nomi autorevoli vincitori, scelti da una giuria presieduta da Gianni Letta, si terrà il 25 giugno. “Un’importante vetrina per la città” come ha tenuto a precisare il sindaco Cuomo. Infine, è stato assegnato il “Premio Biagio Agnes Turismo e Cultura”  – una categoria della VIII edizione del Premio Internazionale di Giornalismo “Biagio Agnes”,  a Riccardo De Palo, responsabile della sezione Macro de Il Messaggero e a Simona Tedesco, direttore del mensile di viaggi e lifestyle Dove.

Print Friendly, PDF & Email