Renzi a Napoli: “Ex Irisbus, Caserta: cose concrete per il Sud”

0
281
Matteo Renzi

“Sono quasi affezionato” alle proteste: “Tutte le volte che vengo a Napoli ho delle contestazioni molto veementi”. Con questa battuta il premier Matteo Renzi ha risposto nel corso di un forum al Mattino sugli scontri in città. “Esprimo solidarietà agli 11 agenti feriti, tutti lievemente. Uno di loro credo abbia una prognosi di dieci giorni. Sono grato alle forze dell’ordine. E se qualcuno pensa che visto il comitato d’accoglienza io non torni a Napoli, credo che tornerò una volta al mese”, ha aggiunto. “Il via già arrivato, dopo anni di chiacchiere e parole in libertà ci siamo presi l’impegno di smuovere il Mezzogiorno, che vuol dire rimettere in moto l’Italia”, ha affermato ancora il premier. “Il Mezzogiorno deve essere messo nelle condizioni di correre: da qualche mese abbiamo cambiato decisamente passo. Sono molto grato al presidente Vincenzo De Luca per riportare la Campania – lo dico con uno slogan delle universiadi – a essere ‘finalmente primi'”, ha aggiunto. Renzi ha poi elencato una serie di risultati raggiunti. “Pompei ora fa notizia perché si aprono cose nuove, non perché crolla”. Su Napoli e l’amministrazione De Magistris, tra le altre cose, ha detto: “Siamo pronti a collaborare con il Comune su Scampia, sul rilancio di Scampia, ad esempio”. Tra le “medaglie”, Renzi ci mette la ex Irisbus, la Rolls Royce di Morra de’ Sanctis, la Reggia di Caserta. “Queste sono cose concrete per il Sud e la Campania”.

Print Friendly, PDF & Email