Accesso a Medicina, test d’ingresso verso l’addio

0
327
Il ministro Giannini

“Il ministro dell’istruzione Stefania Giannini non ha mai cambiato opinione in merito alla possibile sostituzione del test di ingresso attuale con un modello di accesso simile a quello francese”. A Skuola.net, Marco Mancini, Capo dipartimento per la Formazione Superiore e la Ricerca del Miur, conferma che il ministero “è al lavoro per studiare possibili soluzioni per il superamento dell’attuale modello di accesso alle facoltà di Medicina. Ne abbiamo parlato a lungo con le organizzazioni universitarie, con le associazioni e anche con gli studenti. Cambiare modello di accesso è una innovazione che deve comunque essere generata da un consenso ampio. Stiamo lavorando, ma intanto – ha spiegato Mancini al portale – abbiamo iniziato con un’attività di orientamento che ha prodotto degli effetti molto interessanti. Il numero degli studenti che si sono presentati ai test a numero chiuso quest’anno è stato inferiore agli anni precedenti. Ricordo però che per intervenire su questo argomento ci vorrebbe una modifica di legge e che il Ministero intende in ogni caso preservare il numero programmato”. L’accesso alla facoltà di Medicina diventerebbe libero senza dover sostenere nessun test d’ingresso. A fine anno però gli studenti dovrebbero passare un super esame di sbarramento. Una prova, questa, che si potrebbe tentare solo due volte e che verterebbe su temi di medicina studiati nel corso dell’anno.

Print Friendly, PDF & Email