Camera Commercio, per “ricucire” si cerca il terzo nome

0
410
da sinistra: Capone, Maioli, Vozzella e Ventre

Diplomazie già al lavoro per arrivare alla elezione del nuovo presidente della Camera di Commercio di Avellino, dopo la fumata nera che non ha consentito, come era invece nelle previsioni, la “salita” a Piazza Duomo di Federica Vozzella della Desmon che, nel caso di vittoria, sarebbe il primo presidente donna di una Camera di Commercio italiana. Vozzella è stata sfidata, nella corsa alla successione di Costantino Capone, dal presidente provinciale della Cna, Ciriaco Coscia, indicato dalla stessa Cna e da Confesercenti. Vozzella è stata indicata dal presidente uscente ma ha raccolto soltanto 12 voti, non arrivando al quorum previsto di 19. Otto i voti raccolti da Coscia, sei le schede bianche, una quella nulla. Le diplomazie, la maggioranza, ora devono cercare di ricucire e di “conquistare” quei sette voti che suonano come un messaggio. Per qualcuno, potrebbe essere il messaggio della Confcommercio che, a quanto pare, aspira alla poltrona di presidente della Camera di Commercio. L’associazione dei commercianti vorrebbe uno dei suoi, più volte era stato indicato Oreste La Stella, direttore della Confcommercio di Avellino. Quindi, entro venerdì prossimo la maggioranza deve appropriarsi dei sette voti mancanti, perché c’è ancora bisogno, anche nelle seconda votazione, della maggioranza qualificata, ovvero 19 voti su 27. Per la terza elezione, invece, servono 16 voti. Ovviamente occorre fare in fretta, entro la fine di aprile la Camera di Commercio deve approvare il bilancio (lo può approvare anche soltanto la giunta che va comunque ricomposta), pena il commissariamento. Come sottolineato più volte dal presidente uscente, Costantino Capone, l’eventuale commissario indebolirebbe di molto l’ente avellinese, soprattutto in questo momento storico, nel quale all’ordine del giorno c’è la fusione della Camera di Commercio di Avellino e di Benevento. Ciriaco Coscia, a quanto pare, sarebbe pronto anche ad un passo indietro. Ovviamente, non sul nome della Vozzella, ma su una terza ipotesi. Si troverà l’accordo entro venerdì?

Print Friendly, PDF & Email