L’Irpinia in Parlamento con Carlo Sibilia / IL LIBRO

0
314
Carlo Sibilia

Carlo Sibilia ha portato – e continua a farlo – l’Irpinia in Parlamento. Un lavoro alacre e certosino, preciso, frutto di un grande atto d’amore per il suo territorio. E il frutto di giorni lunghi e notte insonni, un lavoro che, troppo spesso, rischia di rimanere poco conosciuto. Anche per questo, curato dal giornalista Angelo Di Modica, è stato dato alle stampe “Stelle di Stato”, estratto del lavoro parlamentare del cittadino deputato Carlo Sibilia, edito da Abe (Arturo Bascetta Editore) e che sarà presentato domani, venerdì 22 aprile, presso il Circolo della Stampa di Avellino. Nel libro ci sono alcuni degli interventi più significativi alla Camera di Sibilia, a partire dal 2013. “Sono stati anni intensi. Noi del Movimento 5 Stelle abbiamo fatto tante battaglie. In difesa della Costituzione, contro le lobbies delle banche ed il mostro Equitalia, a tutela della casa, per l’acqua pubblica. Solo per citarne alcune. Battaglie, tutte condotte nell’ottica del bene comune. Sono molto contento di lasciare un mio piccolo contributo editoriale a testimonianza di quanto prodotto finora”. Il volume reca la prefazione del giudice Ferdinando Imposimato, che sarà presente alla manifestazione insieme al direttore del Quotidiano del Sud Gianni Festa. Quest’ultimo parla di una “civile testimonianza di un giovane giunto alla politica con l’ambizione di dare il proprio contributo per innovarla. Certo, come referente del territorio Carlo è stato attento alle grandi questioni che sconvolgono gli equilibri ambientali. Non a caso la forte denuncia contro l’eolico, le trivelle, l’aria ammorbata dall’amianto sono il risultato di un grande ed interessante ascolto delle comunità”. Per Imposimato “il libro rende omaggio e informa i cittadini sulla figura di un giovane politico che si è distinto fin da subito per una vicenda che ha suscitato in me un sincero sentimento di ammirazione: la difesa strenua della Costituzione rigida dagli attacchi dissennati del governo Berlusconi e di parte della sinistra”.

 

Print Friendly, PDF & Email