Msc, nuova nave: lavoro per 29mila persone

0
290

Con l’avvio delle commesse con Fincantieri, “l’impegno di spesa diretta di Msc Crociere in Italia aumenterà di più di 300 milioni di euro all’anno fino al 2018, sfiorando quindi i 2 miliardi”. Il dato è stato reso noto da Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo della Compagnia, durante la “coin ceremony” alla Fincantieri di Monfalcone per la maxinave Seaside. “Si tratta di una nave tutta italiana – ha puntualizzato – e ciò mi rende profondamente orgoglioso perché con questo innovativo prototipo dal design unico e avveniristico non solo Msc Crociere ha ancora una volta l’opportunità di investire, generare economia e posti di lavoro in Italia, ma di fatto porterà in giro per il mondo Msc Seaside quale simbolo dell’eccellenza italiana. Il fatto che ognuna delle nostre 12 navi faccia il dry dock con Fincantieri rappresenta un passaggio chiave di questo rapporto che quindi si rinnova durante tutta la vita delle navi”. Il progetto Seaside sta impegnando da circa un anno 2.000 persone, con punte di oltre 3.300 nei mesi di picco, per un totale che sarà di circa 20 milioni di ore di lavoro per le due navi finora confermate. La ricaduta economica complessiva generata in Italia da Msc è stata stimata in 4,6 miliardi di euro; in termini occupazionali rappresenta circa 29.000 unità di lavoro complessive, oltre ai circa 9.000 dipendenti diretti.

Print Friendly, PDF & Email