Apple, le aziende campane assumeranno 100 giovani formati

0
390
Apple

Ieri secondo giornata degli esperti Apple a Napoli. Due ore di dialogo serrato con gli industriali informatici che hanno promesso di assumere i primi 100 giovani formati al centro di sviluppo app di San Giovanni. A ottobre si partirà con 100 ragazzi (successivamente il numero aumenterà fino a 500 circa), non necessariamente laureati, che saranno formati per un anno al mestiere di sviluppatore app per smartphone e tablet. A fine maggio gli americani ritorneranno a Napoli, firmeranno il protocollo con la Federico II per l’affitto dei locali. Così si ufficializzerà la scelta della sede, quasi sicuramente San Giovanni. Poi in estate, per due mesi, gli esperti Apple formeranno i docenti della Federico II che dovranno insegnare ai giovani sviluppatori i segreti del mestiere. E a settembre cominceranno le selezioni europee per scegliere i primi 100 ragazzi. Proprio quando la nuova sede di Ingegneria comincerà ad accogliere i suoi studenti. Insomma, sarà un anno accademico piuttosto affollato. «Gli americani hanno apprezzato – dice Ambrogio Prezioso, leader degli industriali – che puntiamo ad una concreta ricaduta sul territorio». Venti imprese con fatturato complessivo di 180 milioni e 1.800 dipendenti che lavorano su strumenti informatici compatibili con gli ambienti IOS del colosso di Cupertino. Sono società che sviluppano app per turismo, beni culturali, sanità digitale.

 

Print Friendly, PDF & Email