Loffreda: evitare il commissariamento a tutti i costi

0
271

Mercoledì, salvo ulteriori colpi di scena, Oreste La Stella sarà il nuovo presidente della Camera di Commercio di Avellino. “Non è una forzatura – precisa il presidente facente funzione Salvatore Loffreda – in questa fase la priorità è evitare il commissariamento: come Coldiretti ci siamo sempre posti in una posizione equidistante dai due schieramenti con l’obiettivo di arrivare ad un’elezione la più ampia possibile. Purtroppo non è stato possibile, ed ora bisogna lavorare ad una soluzione alternativa. Un ente come la Camera di Commercio non può essere commissariato, le imprese attendono risposte e vogliono un riferimento certo. Non sono certo interessate al nome del nuovo presidente o dei componenti la giunta, chiedono servizi e sostegno”. Forte di una serie di pareri legali che fissano a 14 il quorum sufficiente per l’elezione, Loffreda è pronto al nuovo passaggio. “Se qualche magistrato ci dirà che non stiamo facendo bene, faremo marcia indietro: ma ora c’è bisogno di procedere con l’elezione del nuovo presidente. Abbiamo portato delle indicazioni da parte di avvocati e delibereremo in tal senso: le imprese hanno bisogno di riferimenti certi e non possono pensare che in un ente così importante prevalgano logiche politiche e di spartizione delle poltrone. Sono stato il primo a dire che la mancata elezione del nuovo presidente era una sconfitta per l’intero mondo della rappresentanza. Ora ci sono i margini per arrivare ad una soluzione e faremo di tutto per centrare l’obiettivo”. Anche perchè la Regione, che dovrebbe nominare a breve il ventottesimo consigliere, non ha ancora avviato l’iter per il commissariamento. “La delibera non è ancora stata firmata, la Regione non può procedere. Ed è per questo che in questi giorni – conclude Loffreda – ho lavorato per riconvocare il consiglio ed arrivare così ad una soluzione alternativa”.

Print Friendly, PDF & Email