Sud, Ugl all’attacco: Renzi, basta slogan

0
382
Convegno Ugl

Ambiente, infrastrutture, fondi europei, turismo, energia, occupazione, welfare e agroalimentare. Otto punti per rilanciare il Sud e sfidare il governo sul terreno delle proposte. Ugl a confronto ad Avellino nell’ex Carcere Borbonico per una tappa della campagna “Sud Act 2016 – otto priorità per rilanciare il Mezzogiorno” . “Bisogna alzare la voce – precisa l’ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini– e chiedere al Governo di impegnarsi per davvero. Il Mezzogiorno ha bisogno di un vero masterplan, non quello che ha presentato il Governo che è solo un’addizione delle solite somme già destinate al Mezzogiorno”. Anche il segretario generale Francesco Paolo Capone lancia la sfida a Renzi. “Il Sud deve affrontare e risolvere problemi comuni quali reti informatiche, reti autostradali e ferroviarie: la nostra piattaforma è anche un invito al dialogo al confronto. C’è bisogno di politiche organiche per far fronte a questo tipo di problematiche e la nostra proposta va in questa direzione. Chiediamo al governo di confrontarsi sulle nostre idee e di iniziare a lavorare seriamente per il Sud”. Per il segretario regionale Vincenzo Femiano “la competizione è sui territori, non sulle singole realtà imprenditoriali”. Un invito alla collaborazione che incassa consensi convinti soprattutto sulla vertenza Ocm di Nusco, a lungo al centro del confronto all’ex carcere borbonico. Per il presidente di Confindustria Avellino Sabino Basso “la politica è spesso lontana dai processi produttivi, ed interviene solo quando ci sono situazioni di crisi. L’industria resta il settore che garantisce più occupazione, ma serve più coraggio, anche da parte degli imprenditori che nella nostra provincia sono ancora troppo pochi”. Prove di unità, anche se non è mancata qualche scintilla tra Cgil e Uil, nel sindacato irpino. “Si riparta dal Patto per lo Sviluppo”, precisano i segretari confederali e dell’Ugl con il benestare dei parlamentari irpini Giuseppe De Mita, Cosimo Sibilia e Giancarlo Giordano.

Print Friendly, PDF & Email