Fca, 1 miliardo e mezzo di investimenti in Italia

0
429
Fca di Pomigliano

Fiat Auto ha investito in Italia oltre un miliardo e mezzo di euro nel 2015. La somma è contenuta nei bilanci di Fca Italy spa (la ex Fiat Auto) e Fca Melfi spa (la ex Sata, che ha gestito per oltre 20 anni separatamente lo stabilimento di Melfi). I due bilanci civilistici si sono chiusi rispettivamente con una perdita netta di 1,6 miliardi di euro (rispetto all’utile di 4 1 miliardi del 2014) e con un utile di 50 milioni di euro (rispetto alla perdita di 48 milioni dell’anno precedente). Gli investimenti sono cosi ripartiti: circa 200 milioni di euro a Melfi, dove il grosso delle spese per avviare la produzione di Fiat 50oX e Jeep Renegade è stato sostenuto negli anni precedenti; circa 1,3 miliardi per Fca Italy, che fra le altre attività italiane comprende gli stabilimenti di Cassino, Mirafiori e Pomigliano. Gli investimenti di Fca Italy – di cui è presidente e amministratore delegato Sergio Marchionne – comprendono in particolare quelli per i futuri modelli del marchio Alfa Romeo, tra cui la Giulia in arrivo sul mercato proprio in questi giorni. Agli investimenti di Fca Italy e Fca Melfi si sono poi aggiunti quelli della Sevel – la joint venture nei veicoli commerciali con la francese Peugeot – il cui bilancio non è però ancora stato depositato. Il gruppo Fiat Chrysier nel 2015 ha investito complessivamente 8,8 miliardi di euro, un miliardo in più rispetto all’anno precedente. La produzione dei tre stabilimenti di Fca Italy è cresciuta lievemente nel 2015, da 234mila a 236 mila unità; a fronte della crescita di Pomigliano con la Panda (da 164mila a mila unità), Mirafiori e Cassino sono rimaste ancora quasi ferme, con produzioni ridotte rispettivamente di Alfa Romeo Mito e Giulietta. Il vero boom è arrivato a Melfi, dove la piena produzione di Renegade e 500X aggiunta a quella della Grande Punto ha portato a un totale di quasi 40omila unità rispetto alle 126mila del 2014 .

Print Friendly, PDF & Email