“Iannace? Il Consiglio deve solo prendere atto”

0
239
Carlo Iannace

“Non dobbiamo discutere niente ma applicare semplicemente una legge, perché il consiglio dei ministri ha notificato alla presidenza del consiglio regionale che c’è una sospensiva e quindi la giunta per le elezioni ne deve semplicemente prendere atto”. Lo ha detto Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, commentando la posizione di Carlo Iannace, consigliere regionale eletto nella lista “De Luca Presidente” e condannato dal tribunale di Avellino a sei anni per aver presumibilmente falsificato alcune cartelle cliniche. “Se pure la giunta per le elezioni non lo facesse – ha spiegato D’Amelio – ad esempio per la mancanza del numero legale come avvenuto già la volta scorsa, si tratta di un atto dovuto del Consiglio, che non deve decidere, deve solo prendere atto dell’applicazione della legge che ci viene chiesta dal governo nazionale”. “E’ bello sapere che è possibile anche parlare ed essere ascoltati: avevo chiesto alla D’Amelio di convocare nuovamente la Giunta per le elezioni e di farlo prima del Consiglio così da essere certi della presenza dei consiglieri”. Lo dice Maria Muscarà, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in merito al mancato numero legale della Giunta per le elezioni che oggi avrebbe dovuto discutere di Carlo Iannace, consigliere di maggioranza, condannato in primo grado per un’inchiesta della magistratura sulla sanità. “Anche oggi, per la seconda volta, la Giunta è andata deserta – afferma – così avevo lanciato la provocazione di una convocazione prima del Consiglio di martedì prossimo, cosa che è avvenuta”. “Siamo consapevoli che serve la semplice presa d’atto per quanto riguarda Iannace – conclude – ma è bene sempre utilizzare le sedi opportune per discuterne cosa che faremo in Giunta per le elezioni”.

Print Friendly, PDF & Email