“Sportdays”: Avellino non può che ringraziare

0
582
In piedi Francesco Rodia

Non solo sport. Sportdays è tanto, è la festa dello sport per Avellino, l’Irpinia e l’immediato hinterland. Ma è anche la kermesse della cultura, dell’integrazione, del turismo e della condivisione. Per 20 giorni, Avellino sarà capitale dello sport. “Impossibile non divertirsi” a Sportdays, la manifestazione organizzata da Coni Campania e Coni Avellino. Si parte mercoledì 1 giugno. L’appuntamento è alle 16.30, davanti la Prefettura di Corso Vittorio Emanuele. Un festoso e colorato corteo di associazioni sportive e non solo si muoverà verso il campo scuola Coni dove, alle 17 in punto, sfileranno tutti i partecipanti, accompagnati dal Palio della botte, gli sbandieratori “Torri Metalliane” e trombonieri “S.Anna dell’Oliveto”, il Carnevale Princeps irpino ed il servizio a cavallo del corpo forestale dello Stato. “Uno dei nostri obiettivi principali – spiega il professore Giuseppe Saviano, delegato provinciale di Avellino del Coni – è quello di mettere in risalto gli sport cosiddetti minori. Si parla, purtroppo, sempre e solo di calcio e questo non è giusto nei confronti di centinaia di società e atleti che, ogni giorno, fanno tantissimi sacrifici. Il Coni rappresenta tutte le discipline sportive, vogliamo sempre mantenere fede a questo impegno”. “Sportdays” si terrà fino al 20 giugno. Il programma, come ogni anno – siamo giunti alla 15^ edizione – è ricco di eventi. Dall’educazione stradale all’arrampicata per bambini a cura dei vigili del fuoco; dalle sculture in argilla realizzate dal maestro Giuseppe Rubicco al circo di strada, passando per gli scacchi, la scherma, il go-kart e tutti gli sport. Intensa, come sempre, la collaborazione con le scuole che, sabato 4 giugno, hanno curato – il V Circolo didattico di Avellino – la festa dello sport. Martedì 7 giugno, spazio a piccoli pollici verdi, il laboratorio di orto-giardino a cura di Progress, in collaborazione con la Forestale. Sabato 11 giugno, il pomeriggio, è dedicato agli sport paralimpici. Martedì 14 giugno è la giornata dell’integrazione, mercoledì 15 giugno è, invece, in programma il 30° meeting internazionale di atletica leggera “Città di Avellino”. Come detto, protagoniste anche le scuole, come l’Amatucci del capoluogo irpino. Il Coni, ovviamente, non si è dimenticato degli Europei di calcio, dando la possibilità a tutti i tifosi della Nazionale di assistere alle partite di Buffon&Co sotto un tetto di stelle, grazie ai maxischermo allestiti da Expert Parente, il cui direttore, Francesco Rodia, è anche il responsabile di Actionaid Avellino. “Grazie soprattutto a Sportdays – sostiene – in provincia di Avellino siamo riusciti ad adottare 300 bambini a distanza: un grandissimo risultato. Sportdays è una splendida festa, è soprattutto la festa delle famiglie”. Uno splendido sogno di aggregazione, dunque, che si realizza ogni anno, grazie anche all’intenso impegno del Coni regionale, presieduto dal senatore Cosimo Sibilia. “Sostengo questa manifestazione, come presidente del Coni – dice Sibilia – da 8 anni. La sosteniamo perché porta avanti valori di qualità, nell’interesse delle giovani generazioni”.

Print Friendly, PDF & Email