Moratti addio, l’Inter passa ai cinesi

0
256
Massimo Moratti

Via Moratti, Thohir socio di minoranza: l’Inter cambia ancora pelle. Il gigante cinese nella distribuzione di prodotti elettronici ed elettrodomestici Suning ha acquistato il 68,55% delle azioni dell’Inter. Suning pagherà 270 milioni di euro per la transazione. Si tratta solo dell’ultimo di una serie di spettacolari investimenti delle imprese cinesi nel calcio europeo, incoraggiati dal presidente cinese Xi Jinping. L’ultimo atto della storia Inter targata Thohir – che rimarrà presidente con il 31 per cento – e Moratti, è andato in scena a Nanchino dove l’accordo è stato annunciato nel corso di una conferenza stampa. Un evento organizzato con oltre proiettati su un maxischermo e l’inno “Pazza Inter” a fare da colonna sonora. “Suning è entrato nel calcio un anno fa e adesso già compriamo parte dell’Inter – ha detto Suning Jindong, presidente del gruppo cinese. Adesso facciamo parte di uno dei top club europei. Faremo l’Inter piu’ forte e magnifica. Vogliamo diventare leader nell’industria dello sport nei prossimi questo Suning ha deciso di investire in questo settore e ha deciso di allargarsi all’Inter. Ovviamente l’appeal della Serie A e del calcio europeo è molto più forte della Superleague cinese. Faremo l’Inter sempre più forte, magnifica, una delle migliori squadre di serie A e del calcio europeo”. Per Erick Thohir, che resterà socio di minoranza, “la storia tra Inter e Cina non nasce in questo momento. Devo ringraziare Moratti – che esce dal club – per l’importante ruolo all’Inter e per aver supportato la partnership con il gruppo Suning”. Presenti anche il vicepresidente dell’Inter Zanetti e il vicepresidente di Suning Sports Group Gong Lei. “Per la prossima stagione vogliamo costruire una squadra forte, protagonista in campionato ed Europa League. Dobbiamo tornare in Champions: l’Inter lì ci deve stare sempre”, le parole della bandiera nerazzurra.

Print Friendly, PDF & Email