Boeri (Inps) rilancia: jobs act un successo

0
292
Tito Boeri - Inps
Il presidente dell'Inps Tito Boeri

“Il jobs act sembra aver avuto un effetto importante, penso che in gran parte sia stato un successo”. E’ il giudizio espresso dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, intervistato a margine di un’audizione in Senato. Boeri ha sottolineato che “nel 2015 vi è stato un forte incremento dei contratti a tempo indeterminato con una fortissima impennata nel dicembre 2015, perché molte aziende hanno anticipato assunzioni che avrebbero fatto nel 2016 per ottenere gli sgravi triennali. Poi come era legittimo aspettarsi all’inizio del 2016 c’è stato un calo rispetto a gennaio-febbraio 2015, come è ovvio che avvenisse, però il saldo rimane positivo e alla luce di quello che è avvenuto negli anni precedenti, ciò che sta avvenendo nel 2016 è che il numero di contratti a tempo indeterminato si sta stabilizzando”. “E’ come se avessimo fatto un grande scalino – ha precisato – I contratti a tempo indeterminato sono aumentati grandemente nel 2015, poi nel 2016 si sono stabilizzati su livelli più alti, non siamo tornati al 2014″. “Dopo il forte incremento – ha fatto notare Boeri – è difficile ipotizzare che potessero continuare a crescere nel 2016, soprattutto alla luce del fatto che l’economia italiana non sta brillando”. “C’è stato quindi un incremento importante – ha concluso – che sembra attribuibile non solo agli incentivi ma alle nuove forme contrattuali, come i contratti a tutele crescenti”.

Print Friendly, PDF & Email