Credito negato alle imprese del terziario

0
307
Fondi dal Mef

Credito negato alle imprese del terziario. L’osservatorio della Confcommercio registra nel secondo trimestre 2016 la crescita del fabbisogno finanziario delle imprese del terziario il cui indicatore congiunturale passa da un valore di 39,6 a 40,9. E se da un lato rimane sostanzialmente invariata la quota di imprese che si recano in banca per chiedere un fido, un finanziamento o per rinegoziare un fido o un finanziamento (22,1% contro il 22% del trimestre precedente), dall’altro si registra una leggera flessione della percentuale di quelle che lo ricevono secondo l’ammontare desiderato (sono il 38,2% contro il 38,7%), quota che, comunque, conferma un trend di recupero collocandosi sul livello di meta’ 2012.

In ogni caso, la percentuale di imprese effettivamente finanziate è pari all’8,4% (contro l’8,5% del trimestre precedente): quasi 1 impresa su 4, inoltre, pur avendo bisogno di credito, evita di chiederlo a causa della scarsa fiducia nella situazione economica, per il timore di vedere respinta la propria richiesta, o perché preferisce rivolgersi ad altre fonti di finanziamento. Si tratta della cosiddetta “domanda inespressa” che, sommata a quel 22,1% di imprese che hanno richiesto un finanziamento (“domanda espressa”), porta al 46,4% la domanda “potenziale” complessiva di credito bancario.

Print Friendly, PDF & Email