“Musica e Castelli, l’Irpinia come la Borgogna”

0
469
Tuccia, Schiavo, Festa e Gambacorta

In giro tra i borghi e i castelli d’Irpinia, accompagnati da concerti, rievocazioni storiche, mostre ed eventi: fino a dicembre sarà di scena il progetto “Irpinia: Musica e Castelli”, promosso dalla Provincia di Avellino e finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Piano di Azione e Coesione per la promozione e valorizzazione del patrimonio culturale della Campania. Protagonista assoluta la musica, dalla classica al jazz passando per il blues. Ma anche due press tour che vedranno la presenza sul territorio di giornalisti di rilevanza nazionale ed internazionale (“Terra di Longobardi, paesaggio e natura tra i Castelli d’Irpinia” e “Antichi Sapori”), ed infine una mostra per la presentazione del lavoro di schedatura e della pubblicazione sui Castelli medievali d’Irpinia. La rassegna musicale, sotto la direzione artistica di Marco Schiavo, ha già visto lo svolgimento di tre appuntamenti nello scorso giugno presso il Castello di Ariano Irpino (Giuseppe Nova e Bruno Canino), il Castello di San Martino Valle Caudina (Enrique Batiz) e il Castello di Taurasi (Magnasco Trio). I prossimi appuntamenti si terranno ad agosto presso il Castello di Gesualdo (7 agosto, Orchestra da Camera di Stato del Kazakistan, musica classica), Castello di Ariano Irpino (8 agosto, Antonella Ruggiero e Maurizio di Fulvio Quartet, musica classica), Morra De Sanctis (10 agosto, Orchestra “Academy of Soloists”, musica classica), Abbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi (13 agosto, Orchestra sinfonica di Kharkov, musica classica), Castello di Montemiletto (20 agosto, Duo pianistico Schiavo-Marchegiani, musica classica), Castello di Manocalzati (22 agosto, Maurizio Casagrande voce recitante, Giovanna D’Amato al violoncello, Fabio Gemmiti alla fisarmonica, Sandro Gemmiti al pianoforte), Castello di Summonte (23 agosto, Gianluca Marino e Gerry Popolo, jazz-popolare), Castello di Bisaccia (27 agosto, Michele Placido e Trio Beethoven, poesia e musica). In programma due rievocazioni storiche (11, 12 e 13 agosto presso il centro storico di Ariano Irpino, “Le Sacre Spine”), 18, 19, 20 e 21 agosto, presso il centro storico di Rocca San Felice, “Medioevo alla Rocca”. A novembre e dicembre, presso il Complesso monumentale dell’ex Carcere Borbonico di Avellino, la mostra sul lavoro di ricerca e schedatura storica e fotografica dei Castelli medievali d’Irpinia svolto da esperti e studiosi dell’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli e la presentazione della pubblicazione relativa allo studio sul fenomeno dell’incastellamento in Irpinia, sempre curata dall’ateneo partenopeo. La seconda fase della kermesse è stata presentata al Circolo della Stampa di Avellino ed ha anticipato anche alcuni eventi invernali che si svolgeranno da ottobre a dicembre prossimi. Ha partecipato il Presidente della Provincia di Avellino, Domenico Gambacorta. “Spero che questo sia solo la prima di una lunga serie di edizioni al fine di valorizzare i nostri artisti ed il nostro patrimonio. “La nostra volontà è, ovviamente, di promuovere il territorio – spiega Marco Schiavo – valorizzando l’importante patrimonio storico della Provincia, a partire dai castelli, e delle nostre tradizioni come, ad esempio, quella del buon vino. Un universo valoriale che ben pochi territori possono vantare in Italia e che può legarsi ad importanti realtà europee come la Borgogna”.

Print Friendly, PDF & Email