Addio stent, alla Montevergine arrivano gli scaffold

0
276

Alla clinica Montevergine di Mercogliano è stato eseguito per la prima volta un intervento di angioplastica con l’impianto di stent riassorbibile al magnesio. Si tratta di un intervento all’avanguardia, effettuato su una paziente di 70 anni affetta da cardiopatia ischemica che presentava una stenosi critica della coronaria interventricolare anteriore. L’equipe del reparto di Emodinamica della clinica Montevergine che ha compiuto l’intervento ha utilizzato questa nuova protesi, che a differenza dei tradizionali stent metallici si dissolvono  nell’arco di un anno. Soddisfazione è stata espressa dal responsabile dell’Emodinamica, il dottor Tullio Tesorio: “Gli scaffold – ha spiegato Tesorio – in pazienti selezionati, rappresentano una valida alternativa alla tecnica tradizionale. Gli scaffold come gli stent medicati, rilasciano un farmaco che permette la riduzione dell’incidenza di recidiva della malattia. Siamo il primo centro in Campania – ha aggiunto Tesorio – ad utilizzare questo genere di protesi che sono maneggevoli, sicure ed efficaci”.

Print Friendly, PDF & Email