Programma ricerca: pronti i primi 53 milioni

0
368
"Pint of science" nei pub irpini

Primi 53 milioni dal Programma Nazionale per la Ricerca presentato il 2 maggio scorso dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. La misura di 20 milioni è destinata alla promozione di 230 dottorati innovativi, mentre altri 30 milioni sono a disposizione per l’attrazione di ricercatori di eccellenza e misure di supporto agli studiosi italiani che intendano partecipare ai bandi europei. Pronto anche l’avviso da 3 milioni per la costituzione di 4 nuovi cluster (Made in Italy, Beni Culturali, Energia e Blue Growth) che, insieme agli altri 8 già esistenti, in autunno potranno partecipare al bando da circa 400 milioni destinati a ricerca industriale e cooperazione pubblico-privato.

 

 

Previste tre linee di azione, ed in particolare: accompagnamento ai bandi Erc, potenziamento e attrazione dei vincitori Erc. Nel primo caso, grazie al finanziamento, università ed enti pubblici di ricerca potranno selezionare i loro migliori ricercatori e garantire loro un affiancamento per la presentazione di progetti di ricerca di eccellenza. Per farlo ci saranno sportelli dedicati che serviranno anche ad informare tutti i potenziali interessati sulle opportunità offerte dai bandi Erc. Il Miur riconoscerà anche una specifica premialità alle host institutions nel caso in cui i  ricercatori che abbiano fruito dell’accompagnamento ottengano, in seguito, una valutazione positiva pari ad almeno 75 punti in una procedura indetta da Erc. In riferimento al potenziamento i beneficiari finali di questo intervento saranno i ricercatori che hanno già partecipato ad una selezione dell’Erc (con una valutazione pari ad A ed un punteggio non inferiore a 75 punti) ma che non hanno ricevuto finanziamenti per esaurimento del budget. Le università e gli enti di ricerca potranno finanziare il rafforzamento delle loro proposte ai fini di una ricandidatura. La terza linea, infine, prevede che le università e gli enti pubblici di ricerca garantiranno un finanziamento aggiuntivo a favore dei ricercatori che vinceranno bandi Erc (Starting grant, Consolidator grant, Advanced grant) che scelgano come sede l’Italia. Il finanziamento, in particolare, consentirà di attivare borse di dottorato, o altre iniziative, per favorire la creazione di un team di ricerca a supporto del vincitore Erc.

 

Print Friendly, PDF & Email