Crisi: deficit salirà, niente taglio Irpef

0
365
Morando
Morando

In un’intervista a La Stampa il viceministro dell’Economia, Enrico Morando, mette in evidenza come “il problema dell’Italia è che cresce troppo poco, dunque il deficit salirà e di conseguenza per ora non c’è spazio per il taglio dell’Irpef”, “nei nostri piani è previsto per il 2018, se ci sarà lo spazio lo anticiperemo”. E aggiunge: “Nel bilancio ci sono già tre miliardi per ridurre l’Ires: quel taglio sarà confermato. Ci sarà probabilmente un raddoppio fino a un miliardo della dote per gli sgravi fiscali a favore di chi firma contratti aziendali di produttività. Ci sarà un fondo per finanziare la ristrutturazione dei grandi condomini. E poi c’è il pacchetto previdenziale”, inoltre “molte di queste sono misure per le famiglie”. Morando sottolinea anche che “è prioritario un sussidio universale per chi è in condizioni di povertà assoluta”. Nota quindi che “purtroppo siamo entrati in una fase di grande incertezza, che è la principale nemica della crescita. Negli ultimi mesi è stato un crescendo: l’entrata in recessione dei Paesi emergenti, l’ondata di attacchi terroristici, la crisi turca, la Brexit, per non dire dell’impotenza mostrata dalla politica inglese”.

Print Friendly, PDF & Email