Camere Commercio, personale “salvo”. Mazzate per le giunte

0
324

Il personale delle Camere di Commercio non perderà il posto ma verrà spostato anche in altri enti. La cura dimagrante è prevista per consigli e giunte. Il numero complessivo dei consiglieri, a riforma completata, scenderà da 3mila a 1.600. Quello dei componenti di giunta da mille a 300. Unioncamere redige il piano di revisione dell’assetto del personale sulla base delle indicazioni delle stesse Camere; ai fini della riorganizzazione si potrà ricorrere ai pensionamenti anticipati, alla mobilità interna (tra Cdc) ed esterna (sedi periferiche di ministeri ed enti pubblici). Per il personale delle aziende speciali e le Unioni regionali si prevedono spostamenti a livello territoriale e misure di solidarietà contrattuali. Resta comunque negativo il giudizio dei sindacati che temono «serie ripercussioni occupazionali» e confermano lo stato di agitazione annunciando una manifestazione nazionale a settembre. Tornando alla composizione degli organi (a partecipazione gratuita), sotto le 80mila imprese la giunta sarà composta da 5 membri (più il presidente), oltre questa soglia da 7+1. I consigli saranno composti, rispettivamente, da 16 componenti (più un rappresentante ciascuno per sindacati, consumatorie professionisti) e 22+3. In entrambi i casi sono possibili due mandati, quindi un solo rinnovo.

Print Friendly, PDF & Email