Moda in pelle: export stop. Ora si punta sulla Russia

    0
    258
    Mipel al via

    Moda in pelle: frena l’export, riprende quota la Russia. Il 3 settembre prenderà il via alla Fiera di Rho, alle porte di Milano, la manifestazione Mipel dedicata alla pelletteria e all’accessorio di moda. Luci e ombre accolgono la kermesse, considerando che i primi cinque mesi dell’anno hanno fatto segnare un, seppur leggero, calo dell’export: dai 2,663 mld del periodo gennaio – maggio 2015 ai 2,631 di quest’anno (-1,19%). In frenata gli Stati Uniti che cedono l’11,75%, mentre va segnalato il recupero della Federazione Russa, grande mercato di sbocco, da anni in crisi: nei primi cinque mesi dell’anno sono state esportati prodotti per un valore di 40.172.460 di euro con una crescita del 4,77%. Secondo il presidente di Aimpes, Riccardo Braccialini, ci sono “buoni motivi per essere ottimisti” anche se il realismo, sottolinea all’Adnkronos, è necessario, dal momento che “nel mondo c’è ancora tanta instabilità che non aiuta”. Quello a cui si assiste in questo momento, a suo avviso, è il “ritorno della produzione in Italia”. “Siamo in grado di realizzare i prodotti migliori al mondo e di questo tutti stanno tornando ad accorgersene”, come a dire che la qualità ancora una volta potrà essere il motore per il rilancio definitivo.

    Print Friendly, PDF & Email